Brescia, molotov contro hotel che ospiterà profughi

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
In provincia di Brescia e precisamente a Vobarno due molotov sono state lanciate all’interno dell’albergo Eureka destinato ad ospitare profughi. La struttura, attualmente chiusa al pubblico e che sarebbe stata individuata per dare ospitalità a 35 richiedenti asilo, ha subito importanti danni.
Sulla vicenda indagano i carabinieri di Salò secondo cui non ci sarebbero feriti: alcune persone si sarebbero avvicinate armate di mazze e molotov alla struttura e avrebbero prima sfondato un vetro, per poi gettare all’interno dell’edificio le bottiglie incendiarie.
A intervenire per spegnere  le fiamme che hanno raggiunto il pian terreno dello stabile, è stato lo stesso titolare dell’albergo le fiamme.
Nonostante questo, al momento, come ha assicurato Valerio Ponchiardi, titolare dell’hotel Eureka spaventato per quella che ritiene un’intimidazione, non è “ancora stato siglato alcun accordo con la Prefettura per dare ospitalità a coloro che hanno richiesto asilo”. Come ha spiegato lo stesso prefetto Annunziato Vardè, sono molti i migranti attesi nelle prossime ore anche nel Bresciano.
Ascolta il Radiogiornale di oggi!