Nel Casertano: uccide la moglie, fa fuoco sulla folla e poi si suicida

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Un intervento dei carabinieri

A Bellona, nel Casertano, un uomo di 48 anni, Davide Mango, ha ucciso la moglie Anna Carusone 45enne. Il 48enne, armato di fucile da caccia, si è affacciato al balcone della sua abitazione e ha iniziato a sparare verso la strada con un fucile ferendo 5 persone poi si è barricato in casa e dopo diverse ore, poco prima dell’intervento delle teste di cuoio, si è suicidato sparandosi in testa.

E’ ancora tutto da chiarire il movente che ha scatenato la furia omicida dell’uomo che ha anche tentato di uccidere la figlia di 14 anni. La ragazza è riuscita a scappare e ha gridato disperata alla gente in strada: “Mamma è a terra per le scale”. Sotto choc, la 14enne non è riuscita a raccontare nulla ai soccorritori.

Tra i feriti anche il luogotenente Crescenzo Iannarelli, comandante della stazione dei carabinieri di Vitulazio, che è stato raggiunto da un pallino al labbro. Al momento non si hanno notizie certe sul movente.

Il padre del 48enne aveva cercato di convincere il figlio ad arrendersi urlando: “Davide, Davide, basta”. Mango avrebbe sparato una cinquantina di colpi usando un fucile da caccia e una pistola.

Stando a fonti di polizia, Mango era già stato denunciato in precedenza. La vittima invece aveva pubblicato una foto sui social network contro la violenza sulle donne.

La testimonianza dell’amico – “Davide si è fermato con la sua auto davanti al bar nei pressi di casa sua, imbracciava un fucile; è entrato nel locale e ha sparato verso il barista rimasto ferito. Poi è uscito e ha sparato ad una donna, quindi è salito a casa e ha esploso diversi colpi contro la moglie. E’ uscito sul balcone sparando a chiunque gli capitasse sotto tiro”. Questa la testimonianza di Vincenzo, militante di Forza Nuova e amico di Mango.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!