Strage di Latina, Capasso venne sottoposto a visita medica e dichiarato idoneo

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Appelli inascoltati quelli di Antonietta Gargiulo la 39enne che lotta tra la vita e la morte al San Camillo di Roma dopo essere rimasta vittima della furia del marito Luigi Capasso incapace di accettare la loro separazione. Il carabiniere 44enne ieri l’ha aspettata nel garage intorno alla 5 del mattino mentre la donna si apprestava ad andare al lavoro e le ha sparato. Le ha rubato le chiavi è entrato in casa, ha ucciso le due figlie di 8 e 13 anni e poi dopo 9 ore di trattative con le forze dell’ordine si è tolto la vita. L’avvocato della donna ha confermato che Antonietta era terrorizzata da Capasso e anche le figlie non volevano vederlo.

Una strage quella di Cisterna di Latina, “assolutamente inaccettabile per le mie responsabilità”. Così il ministro dell’ Interno Minniti che aggiunge: “Potrei cavarmela dicendo che formalmente non c’è stata denuncia e quindi non si è messo in moto il meccanismo”, ma a volte ci sono “troppe sottovalutazioni e non si comprende la minaccia in campo”. Dagli ultimi aggiornamenti si evince che Luigi Capasso fosse stato dichiarato idoneo al servizio dopo una visita medica e aveva chiesto alloggio in caserma dopo avere lasciato casa a causa della separazione. Come da prassi in questi casi, gli era stato offerto supporto psicologico, che aveva rifiutato. A questo punto era stato obbligato a una visita di idoneità: 8 giorni di riposo e poi di nuovo in servizio.

Intanto stamattina sono comparse rose bianche e rosse sui banchi di Alessia e Martina, nella scuola Antonio Bellardini di Cisterna di Latina, a pochi passi dall’abitazione dove ieri all’alba Capasso dopo avere sparato alla moglie Antonietta Gargiulo, le ha uccise e poi si è suicidato.

E mentre la città organizza veglie di preghiera e una fiaccolata prevista per la giornata di domenica, il commissario straordinario che guida il Comune di Cisterna dal mese di gennaio ha annunciato che in occasione dei funerali delle due piccole, verra’ proclamato il lutto cittadino. La data delle esequie, che presumibilmente si svolgeranno tra domani e la giornata di sabato, verra’ comunicata entro le prossime ore.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!