Trump a Roma: Capitale blindata e allerta sicurezza

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Una Roma blindatissima si prepara ad accogliere il neo presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, in visita per la prima nella capitale. L’Air Force One è atteso alle 18.30 stasera all’aeroporto di Fiumicino e poi Donald Trump si trasferirà a bordo della supercar blindata verso la residenza dell’ambasciatore americano a Villa Taverna, ai Parioli. Domani mattina la Trump family sarà dal Papa in Vaticano, prima di incontrare il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il premier Paolo Gentiloni. Le bonifiche, con l’ausilio di cinofili e artificieri, sono già scattate.

Roma, dopo il barbaro attacco terroristico a Manchester, si dota di misure di sicurezza straordinarie per la visita del presidente: imponente il protocollo messo a punto dalla Questura capitolina per arginare il rischio terrorismo con la delegazione Usa che seguirà itinerari top secret mentre sono stati previsti tre cerchi concentrici progressivi sotto il monitoraggio dei reparti speciali della polizia di Stato, i Nocs, di unità ad alta capacità di spostamento e di nuclei di pronto intervento. Ogni istante del percorso presidenziale sarà sotto il monitoraggio del Posto di comando avanzato.
La Questura ha anche previsto una Green zone, che abbraccia il centro storico: dal Circo Massimo al Colosseo, fino a Villa Borghese. L’area include alcuni itinerari e luoghi interessati anche dalla visita di Stato. Oggi intanto il ministro dell’Interno, Marco Minniti, ha convocato d’urgenza il Comitato antiterrorismo per un’ulteriore analisi delle misure già prese in vista di appuntamenti che per l’Italia sono a livello massimo di sicurezza. Il tutto a poche ore dall’arrivo in Italia di Donald Trump e a tre giorni dall’inizio del vertice del G7 a Taormina.
Ascolta il Radiogiornale di oggi!