Operazione antidroga delle Fiamme Gialle: arrestati due spacciatori di coca

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Gli arrestati mentre vengono portati in carcere

Un duplice colpo allo spaccio di cocaina a Vicenza è stato messo a segno dalla Sezione Mobile della Guardia di Finanza berica nel corso di pattugliamenti che avevano lo scopo di contrastare traffici illeciti. Nei giorni scorsi, le Fiamme Gialle vicentine hanno effettuato infatti due blitz nelle abitazioni di alcuni tunisini trovati in possesso di numerose dosi di cocaina già pronte per la vendita.

La prima operazione è avvenuta nella notte di Halloween: è stato denunciato B. L. M. H., trentaseienne tunisino. Nel suo appartamento in zona San Bortolo il cane antidroga Zack (in forze al Comando Provinciale di Vicenza) durante una perquisizione ha scovato sette palline di cellophane contenenti cocaina, già pronte per lo spaccio. L’uomo inoltre aveva nascosto un bilancino di precisione, materiale per il confezionare le dosi e quasi 1.500 euro in contanti, chiaro provento di altre vendite di droga.

Nelle prime ore della mattinata successiva, poi, i militari delle Fiamme Gialle, sempre supportati dal fiuto del cane Zack, nel corso di un altro pattugliamento in zona Pomari, sempre a Vicenza, sono entrati in casa di altri due tunisini: questa volta i militari hanno trovato un sacchetto con oltre 50 grammi di cocaina e circa mille euro in contanti. Considerata l’ingente quantità di droga trovata nell’abitazione, i due (E.J. e H.R., entrambi di 38 anni) sono stati arrestati in flagranza di reato e portati in carcere a Vicenza.

Tutti i fermati avevano precedenti per spaccio e i due arrestati si trovavano in Italia senza permesso di soggiorno. Nel corso dei controlli sono stati segnalati in Prefettura diversi giovani consumatori di cocaina, trovati in possesso di alcune dosi.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!