Si è spento Pierluigi Dalla Rovere, storico presidente del Calcio Thiene

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Pierluigi Dalla Rovere mentre festeggia la storica promozione in C2

Se ne è andato quest’oggi all’età di 72 anni Pierluigi Dalla Rovere, per oltre dieci anni presidente del “Thiene dei miracoli” che nel 2001 conquistò la promozione nel campionato di calcio di Serie C2. Era malato da circa un anno. Fu anche insignito nel 1993 del titolo di Cavaliere della Repubblica italiana.

Dalla Rovere nella sua vita lavorativa ha svolto diverse attività imprenditoriali, legando il suo nome alla comunità thienese soprattutto attraverso il calcio. A partire dalla stagione 1992/93 fino al 2002/2003 infatti fu presidente del Calcio Thiene, che in quegli anni visse stagioni di gloria. Nel 2001 i rossoneri furono promossi in Serie C2, categoria non più dilettantistica ma professionistica. Un livello di assoluto rispetto, raggiunto in provincia di Vicenza dalle sole città di Schio, Bassano, Thiene a punto e Vicenza. “Mio zio era una persona molto riservata, parlava pochissimo ma aveva un cuore grande – ricorda Stefano Dalla Rovere, nipote di Pierluigi – ha fatto del bene sportivamente parlando per oltre dieci anni a Thiene, spinto dalla passione per lo sport e il bene dei giovani. Per lui il calcio era un veicolo per creare un ambiente sano: un modello di vita per i ragazzi dove sperimentare fatica e sacrificio”.

Per il suo impegno sociale e lavorativo nel 1993 Dalla Rovere fu anche insignito del Cavalierato, onorificenza conferita dal Presidente della Repubblica.

“Era un personaggio legatissimo a Thiene – ha commentato l’assessore allo Sport Giampi Michelusi – ha speso per la città tante risorse e tempo. Lui e tutta la sua famiglia hanno dato lustro alla nostra città nel calcio a livello italiano. Mi ricordo che nel 2012 quando abbiamo rifondato il Thiene Pierluigi ci ha dato i trofei vinti dalla squadra nella sua centenaria storia, li aveva conservati tutti. Era un uomo altruista e lo ringraziamo per tutto quel che ha fatto”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!