Cantante lirico “improvvisato” e ubriaco sveglia il vicinato alle tre di notte: in manette

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Ubriaco fradicio, sveglia tutto il condominio improvvisando gorgheggi di musica lirica nel suo appartamento alle tre e mezza di mattina. Poi, quando la polizia interviene, aggredisce due poliziotti insultandoli e ribadendo che «a casa sua non entra nemmeno Berlusconi».

Il protagonista dell’impresa, avvenuta a Vicenza in un condominio di via De Pieri nella notte fra sabato e domenica, è un cittadino rumeno di 24 anni, poi denunciato dagli agenti. La volante della questura è intervenuta dopo le tre, chiamata da un vicino di casa che non ne poteva più. Ed effettivamente, i gorgheggi in stile Pavarotti si sentivano fin dal cortile. Provenivano da un’abitazione al primo piano: gli agenti hanno dovuto suonare più volte prima che le prove di canto si interrompessero, e quando la porta si è aperta ne è uscito un grosso labrador bianco che è balzato prima su un poliziotto, poi sull’altro. Il cane non era aggressivo, in realtà, e gli agenti sono riusciti a tenerlo a distanza. Con il padrone invece è nato un alterco: il rumeno ha iniziato a insultare i poliziotti che gli chiedevano i documenti, a dargli manforte è arrivato un amico, classe 1988, a casa con lui. I due erano palesemente ubriachi, in casa c’erano bottiglie dappertutto. A un certo punto ne è nato un alterco: il padrone di casa ha aggredito gli agenti, prima di essere ammanettato ha causato a un poliziotto ferite guaribili in quattro giorni. E’ stato denunciato per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, e per lesioni.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!