Le escursioni per godersi l’autunno sulle Piccole Dolomiti

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
La croce sul Monte Zevola

L’autunno è decisamente uno dei migliori periodi dell’anno per godersi lo straordinario paesaggio delle Piccole Dolomiti camminando in compagnia. Non è ancora troppo freddo come a dicembre e non c’è più l’afa della stagione estiva, periodo ideale dal punto di vista della temperatura per esplorare montagne e boschi.
Quale migliore occasione dell’anno dunque per salire in tranquillità le meravigliose cime delle Prealpi, dal Massiccio del Pasubio, alla catena del Sengio Alto fino al Gruppo del Carega? Il tutto potendo ammirare nel contempo la meraviglia dei colori autunnali, con i boschi che si colorano di rosso, giallo, verde. Senza contare la possibilità, quasi certezza, di incontrare gli abitanti delle montagne: lepri, marmotte, caprioli, camosci.

Tra i tanti itinerari possibili da percorrere ne proponiamo alcuni che potrebbero risultare graditi agli appassionati di montagna, per passare una giornata immersi tra la flora e la fauna delle Piccole Dolomiti.

Monte Zevola (Recoaro Terme)
Un percorso di media difficoltà, con dislivello di circa 700 metri.
Si sale in automobile fino al Rifugio Battisti dove si può trovare parcheggio. Da lì ci si incammina verso il Passo Ristele, itinerario tortuoso che risale il fianco meridionale del Monte Zevola. Si potrà poi raggiungere la cima a 1976 metri dove si può godere di un fantastico panorama a 360°. Il ritorno si può effettuare attraverso Passo Tre Croci (o Lora) tornando quindi al Rifugio Battisti.

Costa Media Monte Carega (versante veronese)
Un percorso di media difficoltà, con dislivello di circa 800 metri.
Partenza fissata dal Rifugio Revolto, dotato di posti auto nelle vicinanze, da dove ci si incammina verso la strada sterrata che porta al Rifugio Pertica. Dopo un po’ si svolta per un ripido sentiero che porta al bellissimo e panoramico sentiero della Costa Media. Sempre in cresta, oltre i 2000m, arrivo al Rifugio Mario Fraccaroli nei pressi di Cima Carega a 2259m.

Sengio Alto (Valli del Pasubio)
Un percorso di media difficoltà, con dislivello di circa 500 metri.
Si ipotizzi di partire dal rifugio Campogrosso dove si può arrivare comodamente in auto. Di lì si può salire verso il sentiero che percorre in cresta tutta la catena del Sengio Alto (Monte Baffelan, Tre Apostoli e Monte Cornetto), il cosiddetto “Sentiero di Arroccamento”. Un sentiero scolpito 100 anni fa tra pinnacoli e pareti di roccia, spartiacque tra Vicentino e Trentino. Una volta giunti sul Monte Cornetto si scende sulla Strada del Re per tornare verso Campogrosso, dove si transita attraverso il nuovo Ponte di Corde, una struttura in acciaio lunga 105 metri. Ritorno infine verso il Rifugio Campogrosso.

Per chi infine volesse calarsi a 360° nell’esperienza della passeggiata, senza la paura di perdersi o doversi studiare alla lettera il percorso, c’è un’ulteriore proposta che potrebbe risultare gradita.
Questi percorsi saranno affrontati nelle prossime settimane da Davide Deganello, Accompagnatore di Media Montagna qualificato, grande conoscitore della montagna vicentina grazie al quale potrete scoprire in tutta sicurezza questi ed altri accattivanti percorsi.
Per tutte le informazioni e prenotazioni ecco i suoi recapiti:

piccoledolomitisport@gmail.com
cel.  328 125 7258
Quota di partecipazione: 15 euro. Bambini fino a 14 anni: 5 euro

Ascolta il Radiogiornale di oggi!