“Reddito di cittadinanza solo agli italiani”. Parola di Di Maio

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Il reddito di cittadinanza sarà solo per i cittadini italiani. A chiarirlo è il vicepremier Luigi Di Maio in un’intervista a Radio Anch’io. “Abbiamo corretto la proposta di legge” iniziale “ma è chiaro che è impossibile, con i flussi immigratori irregolari, non restringere la platea.

La proposta sottolinea Di Maio, era stata “scritta nel 2014 e si rivolgeva a tutti, ma è chiaro ed evidente che con i flussi migratori che ci sono in Italia è impossibile fare una misura come il reddito di cittadinanza senza sapere quale sia la platea. E’ logico che la devi restringere ai cittadini italiani. La prima formula era molto vaga e apriva a questa possibilità, ma l’abbiamo corretta nel 2016”.

Poi sul deficit non si sbilancia: “Prima vediamo quanto ci serve. Il tema non è di quanto sforare, ma quante risorse ci servono per migliorare la qualità della vita degli italiani, per mandare in pensione e assumere giovani, per dare un reddito di cittadinanza” e “meno tasse con la flat tax” alle imprese.

Per quanto riguarda le risorse da cui attingere, la maggior parte dovrebbe arrivare dai tagli agli sprechi: “se andranno a regime tra un anno e mezzo facciamo un po’ di deficit, tanto l’economia crescerà e poi rientriamo, lo hanno fatto tutti i Paesi che oggi stanno crescendo”.

Quindi una frecciata al centro destra uscita rafforzata dal vertice di ieri di Palazzo Grazioli: “Ho sentito dire che si applicherà il programma di governo del centrodestra. Ma nel nostro contratto di governo c’è la legge anticorruzione, il taglio dei vitalizi e delle pensioni d’oro. Tutte cose che hanno fatto venire un coccolone a Berlusconi”, sottolinea Di Maio.

Intanto in mattinata è partito il vertice a Palazzo Chigi sulla manovra: “Incontro utile, positivo, raccoglieremo alcune proposte e andiamo avanti spediti con i decreti sicurezza e immigrazione che saranno approvati lunedì in Consiglio dei ministri con il presidente Conte e Di Maio”. Questo il commento del vice premier e ministro dell’interno Matteo Salvini.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!