110 anni di storia per il Calcio Malo: per la lode ecco la raccolta dei cimeli storici

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
La scritta nerostellata all'entrata degli spogliatoi del Comunale

La lode va a tutti i calciatori e calciofili nerostellati che hanno contribuito a scrivere 110 anni di storia del Calcio Malo. Un anniversario, quello che cadrà nel corso del 2018, da celebrare nel migliore dei modi evocando e ripercorrendo oltre un secolo di pallone della “ultracentenaria” maladense. Come? Attraverso una raccolta di cimeli del passato (fotografia anche ingiallite, ritagli di giornale, palloni o divise d’epoca, targhe o trofei etc etc) con un appello ai cittadini per rinvenire materiale utile da esporre nelle vetrine della cittadina. Ma anche altri eventi in corso di definizione, come le “partitine” old style in piazza per i bambini e una rievocazione storico-sportiva al Comunale.

L’Unione Sportiva Calcio Malo è una delle cinque “vecchie signore” – attenzione, nonostante la condivisione della cromia bianca e nera guai vietato l’accostamento con la Juventus da queste parti – del calcio vicentino. Alle spalle di Vicenza (1902) e Schio (1905) e in compagnia per esempio del “coetaneo” Thiene, la società nerostellata può vantare una storia sportiva longeva e con picchi illustri negli anni d’oro, oltre ad aver lanciato dal suo vivaio vari calciatori professionisti (come il maladense doc Toto Rondon). Motivo in più per festeggiare il traguardo dei 110 anni dalla fondazione e soprattutto condividerla con tutta la comunità di Malo e dintorni.

Tante e ben congegniate le iniziative in programma a partire dalla prossima primavera, con la collaborazione dell’amministrazione comunale, tra le quali spiccano una mostra che sarà allestita presso la sala polivalente di via Loggia e un’originale esposizione di cimeli in bianco e nero – ma anche a colori – nelle vetrine dei negozi e locali del centro storico. Nostalgici anni di sport genuino, di calcio de sti ani, di emozioni da rivivere, o semplicemente conoscere per i più giovani, magari semplicemente passeggiando per il paese. Il primo appuntamento da segnare sul calendario è per il week end del 26-27 maggio: sarà un tuffo nella storia e nella passione per il pallone.

A tal proposito è stato attivato un servizio di raccolta e catalogazione del materiale che, con il consenso dei proprietari, sarà utilizzato ai fini della mostra documentaria, conservato con cura e poi restituito. Per la consegna i partecipanti all’iniziativa sono invitati a recarsi presso “Hobby Foto Malo” in via Rossini, fino al 31 marzo.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!