In pedana il meglio della scherma regionale

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
sdr

Si sono svolti lo scorso weekend nella palestra dell’Accademia della Scherma Malo il 4° Torneo Città di Malo e la prova Open Regionale di Fioretto e Sciabola. Oltre 100 gli atleti impegnati a contendersi i titoli regionali di ogni categoria.

I combattimenti si sono tenuti nella palestra Palladio di via San Tommaso a San Tomio di Malo. A distanza di quattro anni dalla fondazione dell’Accademia della Scherma Malo, guidata dal presidente Barbara Innocente, dall’istruttore regionale Walter Angonese e dal maestro Marco Mantovani,in quello che è stato il primo evento regionale ospitato nella storia dalla società di schermitori maladensi. Assegnati i titoli regionali Cadetti, Giovani, Under 23, Master Over 40 e Assoluti.

Un centinaio gli atleti che sono saliti sulle otto pedane alla ricerca di un titolo regionale.
A loro si uniscono gli oltre sessanta bambini e ragazzi provenienti dal Veneto, Friuli Venezia
Giulia, Trentino Alto Adige e Marche, che nella giornata di sabato 1 Dicembre hanno partecipato al tradizionale Torneo organizzato dall’Accademia, quest’anno prima di Natale.
“Da quattro anni, senza interruzioni, organizziamo il Torneo Città di Malo -dice il presidente Barbara Innocente – quest’anno, poi, un grande onore aver ospitato una gara ufficiale. Ringraziamo tutti i presenti, la Federazione Italiana Scherma e l’amministrazione comunale, guidata dal Sindaco, Paola Lain, per aver patrocinato l’evento”.

“Per Malo è un momento importante – dichiara l’Assessore allo Sport, Moreno Marsetti – si è tenuta la quarta edizione del Torneo e per la prima volta una prova ufficiale. Diamo quindi visibilità al paese e soprattutto ad una magnifica scuola, l’Accademia della Scherma Malo, che si è adoperata molto bene anche in questa due giorni, con degli ottimi risultati visto anche i numeri che ci sono stati. Malo conferma ancora una volta la posizione di Città dello Sport: cercherà sempre di adoperarsi per lo sport dai giovani agli adulti. Qui ho avuto la possibilità di vedere atleti Master che praticano attività agonistica garantendo anche una vita sana”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!