Pallamano Malo. Buona la prima contro Carpi

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Vittoria di misura per la Pallamano Malo contro Carpi, che ieri nella prima partita della terza fase della poule permanenza del Campionato Nazionale di serie A ha battuto di misura il Carpi per 26 a 25.

In un Paladeledda gremito da una tifoseria festosa che non ha mai smesso di sostenere i ragazzi di Mister Ghedin, il Malo gioca una bellissima partita di fronte ad una squadra dal palmarès importante. In questa terza fase l’asticella si alza e il Malo risponde con concentrazione e maturità, anche se l’inizio del match è a favore degli emiliani, che sfruttano la maggiore abilità nel gestire l’emozione di partite così importanti e l’indiscusso valore tecnico del roster.

Ma il Malo si ritrova e l’ottimo impatto sulla gara di Andrea Argentin e di Darko Pavlovic consentono ai biancoazzurri di mantenersi a contatto con gli ospiti; la prima frazione di gioco si chiude sul +1 per i padroni di casa, che sfruttano la velocità di Patrick Marchioro e la precisione di Marco De Vicari per segnare reti importanti, limitando le incursioni degli emiliani con una difesa attenta ed efficace.

Nella ripresa l’equilibrio permane almeno fino al 45′, quando il Malo mette la freccia; i soliti Argentin e Pavlovic guidano la carica, sfruttando al meglio e con assoluta lucidità una serie di esclusioni temporanee che potrebbe tagliare le gambe ai maladensi.

Il Malo vince, ma sorride solo a metà. In virtù della formula della terza fase infatti, che prevede anche la differenza reti nei due scontri diretti, sarebbe stato decisamente meglio poter affrontare la partita di sabato prossimo con un ‘tesoretto’ maggiore. Il Malo ha comunque dimostrato nelle sue ultime uscite di poter tener testa a chiunque, e di aver acquisito fiducia e consapevolezza nei propri mezzi e questo fa ben sperare per il buon esito del prossimo decisivo appuntamento.

 

Ascolta il Radiogiornale di oggi!