Esplode granata di guerra mentre la sta maneggiando: anziano rischia l’amputazione delle gambe

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
L'abitazione in via Gorizia dove è avvenuto lo scoppio della granata

Un pensionato di 77 anni di Piovene Rocchette è ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale di Vicenza a causa dello scoppio di un ordigno bellico che stava armeggiando nel retro di casa.

Il gravissimo incidente è avvenuto verso le 13,30 in via Gorizia, dove l’anziano abita con la moglie e dove risiede anche il figlio. Sembra che il 77enne – Flavio Bragiola, appassionato collezionista di residuati bellici – stesse utilizzando una mola a disco su una granata da 75 millimetri, reperto della prima guerra mondiale, e che questa operazione ne abbia provocato la deflagrazione: una parte della granata gli è esplosa sulle gambe, il resto ha perforato la parete dell’abitazione, senza per fortuna ferire nessun altro. L’esplosione si è sentita in tutto il quartiere e quando i vicini sono accorsi hanno trovato l’anziano, cosciente, riverso a terra con gli arti inferiori devastati dall’esplosione.

Sul posto sono intervenuti subito vigili del fuoco, carabinieri di Schio e Piovene, il Suem 118 e gli artificieri. L’uomo è ora ricoverato in prognosi riservata all’ospedale San Bortolo e rischia l’amputazione delle gambe.

Il sopralluogo dei carabinieri nell’abitazione ha permesso di rinvenire e sequestrare diverse granate da cannone e bombe a mano risalenti alla prima e seconda guerra mondiale. Per l’uomo è scattata quindi anche la denuncia alla magistratura.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!