Stretta su piazza Falcone e Borsellino: vietati diffusori acustici e contenitori in vetro

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Piazza Falcone e Borsellino a Schio

L’Amministrazione Comunale di Schio passa alle maniere forti in piazza Falcone e Borsellino, diventata luogo di ritrovo giovanile al centro di ripetuti episodi di disturbo della quiete pubblica, con musica ad alto volume specie nelle ore serali e al centro di un notevole consumo di alcolici. Il Comune ha vietato infatti i contenitori in vetro e i diffusori acustici, con l’obiettivo di prevenire gli schiamazzi e assicurare la pubblica sicurezza.

Dopo le segnalazioni arrivate nei giorni scorsi dal Comando di polizia locale, il Comune ha emesso infatti ieri un’ordinanza in cui per tutto il periodo estivo, quello di maggior frequentazione, della piazza, si vieta l’uso di bicchieri e bottiglie in vetro nonché di ogni dispositivo sonoro non controllato direttamente dagli esercizi pubblici. Il provvedimento si è reso necessario dopo che la stessa polizia locale è stata più volte costretta a intervenire per risse, aggressioni, lesioni personali e danneggiamenti. Il divieto parte da oggi 13 luglio e si protrarrà fino al 31 ottobre. Per i trasgressori è prevista una sanzione di 50 euro.

I fatti più gravi si erano verificati tra l’aprile del 2017 e il gennaio di quest’anno, e poi in due distinte situazioni il 12 maggio e lo scorso 6 luglio, compromettendo “la sicurezza e la vivibilità” della piazza, nonché “l’incolumità delle persone”.

La “detenzione e utilizzo” di bottiglie e bicchieri di vetro in tutta la Piazza Falcone e
Borsellino sarà quindi possibile solo nelle aree per attività espressamente autorizzate dal Comune, così come l’utilizzo di casse acustiche.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!