Aveva un chilo di hashish in auto: preso il “grossista” che riforniva l’Alto Vicentino

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Nascosto in auto custodiva oltre un chilo di hashish, già suddiviso in panetti e pronto per la distribuzione ai pusher dell’Alto Vicentino. Per questo è stato arrestato dagli agenti della polizia di Stato il 40enne Rachid Bary, marocchino. Il cerchio dei poliziotti della Squadra Mobile di Vicenza, insieme con i colleghi di Padova, si è stretto ieri a Thiene attorno a quello che gli inquirenti hanno definito un vero e proprio “grossista del fumo“.

L’uomo, senza fissa dimora e volto noto alle forze dell’ordine, è stato sorpreso nel parcheggio del centro commerciale Carrefour, evidentemente luogo d’appuntamento con i suoi “clienti”, mentre trasportava la droga a bordo di una Fiat Multipla. I poliziotti nel frangente gli hanno sequestrato anche 1.300 euro in contanti, presumibile provento dell’attività di spaccio.

Il 40enne vive in un vecchio appartamento a Carrè e già in passato aveva avuto guai con la giustizia per reati legati allo spaccio di droga. Gli agenti della Mobile lo ritengono un vero e proprio “grossista” per gli spacciatori sia di Campo Marzo a Vicenza che dell’Alto Vicentino.

Al termine delle attività di rito, Bary è stato richiuso nella casa circondariale Del Papa di Vicenza, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!