Pugni al gestore del bar durante la Festa del Buon Rientro. Arresto e linciaggio sfiorato

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Centro di Thiene affollato ieri sera durante la festa del Buon Rientro

Un uomo steso a terra sanguinante e due giovani poco più di maggiorenni che scappano a gambe levate. Non prima di aver rifilato una serie di pugni al gestore del Bar Sport, nel quartiere della Conca, poco dopo la mezzanotte. Il tutto in mezzo alla folla di persone giunte nel centro di Thiene per la Festa del Buon rientro. Uno dei due ragazzi, un 18enne di origini brasiliane, avrebbe aggredito l’esercente dopo essere stato invitato a lasciare il locale viste le molestie che i due (di 19 anni l’amico) arrecavano agli altri avventori, a causa della evidente ubriachezza. Da qui lo scoppio di una lite sfociata nella violenza e che poteva assumere contorni ancora più cruenti se non fossero intervenute le forze dell’ordine.

Per il ferito, di 24 anni, si è reso necessario il trasporto in ambulanza all’ospedale di Santorso, dove è entrato in codice giallo con fratture all’orbita oculare e al naso, guaribili in 40 giorni, frutto dei violenti colpi ricevuti. Per il picchiatore, identificato in Otavio de Oliveira residente a Breganze, l’arresto e in queste ore è previsto il processo per direttissima. Lesioni gravi il capo d’imputazione. Il compagno di bevute, G.P. le iniziali, è stato stilato un verbale per ubriachezza in luogo pubblico, in attesa di eventuali denunce. Sarebbero alcune decine i testimoni dell’episodio in un orario in cui la festa annuale che celebra la fine dell’estate thienese raggiungeva il suo apice.

I due balordi, da quanto si apprende dalla nota del comando degli ex vigili urbani, avrebbero rischiato il linciaggio da parte degli amici della vittima, presenti nel locale e che di fatto hanno contribuito a fermare l’autore materiale dell’aggressione rincorrendolo da piazza Martiri della Libertà a via S. Gaetano. A intervenire per sedare gli animi alcuni volontari del servizio d’ordine Kronos e una pattuglia della polizia locale Nordest Vicentino. Già nel corso della nottata a denunciare pubblicamente il fatto è stato Cristian Azzolin, consigliere di minoranza nel comune di Thiene, attraverso il profilo social personale.

Si tratta dell’unico momento di tensione registrato nel corso della notte per un “Buon Rientro” che ha attirato diverse migliaia di persone come in ogni edizione.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!