Sanzione da 400 euro più segnalazione per due amici “fuori dal comune”

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
L'ingresso della sede di polizia locale Nord Est Vicentino a Thiene.impegnata nel controllo del rispetto delle norme anticontagio oltre al servizio ordinario

Due amici “più maria”. Potrebbe intitolarsi così l’esito di uno dei tanti controlli andati in scena negli ultimi giorni di gennaio per mano della polizia locale Nord-Est Vicentino, che domenica scorsa ha pizzicato una coppia a bordo di un’auto al di fuori dei proprio confini comunali e senza valida motivazione, in regime di “zona arancione”.

I due, inoltre, nel vano portaoggetti dell’utilitaria avevano lasciato incautamente in bella vista un involucro contenente dei “ciuffi” di marijuana, circostanza non sfuggita agli operatori impegnati in un servizio di controllo esterno domenica scorsa a Fara Vicentino.

Il segnale di stop è stato presentato infatti in quel comune alle 21 di domenica sera al passaggio di una Fiat Punto con a bordo due persone non meglio specificate. Due giovani di Zugliano che, senza giustificato motivo, si stavano spostando in macchina nel corso della serata, seppur a distanza di un paio di chilometri al massimo dal proprio comune di residenza. Condotta comunque sia non consentita in ragione del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dello scorso 14 gennaio, visto il regime “arancione” assegnato al territorio regionale veneto. A entrambi, quindi, come prima sanzione, sono stati comminati 400 euro ciascuno di multa, ridotti a 280 se l’infrazione verrà sanata in un termine di giorni prestabilito.

Per quanto riguarda il piano della detenzione di sostanze stupefacenti, a dire il vero consegnate spontaneamente dagli occupanti la Fiat Punto, gli agenti si sono limitati alla dovuta segnalazione al Prefetto di Vicenza dei nominativi dei due assuntori. Vista la quantità modica di marijuana, appena 2 grammi, riservata al consumo personale. Possibile che come pena accessoria venga sospesa la patente di guida per il conducente che ha trasgredito sia al Dpcm in vigore che al codice della strada.

Praticamente in contemporanea, domenica sera allo stesso orario ma stavolta a Thiene in via Carlo De Prete, i colleghi del consorzio hanno controllato una vettura con altre due persone all’interno, particolarmente agitate alla vista della polizia locale. La coppia avrebbe dichiarato di non avere con sì sostanze stupefacenti, ma la perquisizione ha rivelato degli involucri con residui di eroina. Della quale probabilmente si erano liberati poco prima o di cui avevano fatto uso. Entrambi sono stati segnalati, mentre per il conducente è scattato in automatico in questo caso il ritiro della patente.