Ruba la e-bike a due passi dalla sede di vigili: in pochi minuti viene scoperto e denunciato

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Le rubano l’e-bike in via Rasa a Thiene, lei entra subito a denunciare il furto nella sede della polizia locale, che riesce a recuperarla in pochi minuti nei pressi della stazione ferroviaria. E’ accaduto ad una signora 59enne di Villaverla, che ha denunciato agli agenti il furto di una bici a pedalata assistita del valore di circa duemila euro. La due ruote è sparita nel nulla mentre era parcheggiata da alcuni minuti proprio nel parcheggio dell’area ex Nordera, dove ha sede anche il consorzio di polizia locale NeVi.
La donna ha descritto con dovizia le caratteristiche del mezzo, fornendo alla polizia locale precisi dettagli al fine di individuarla con certezza. L’agente in servizio in centrale operativa ha quindi subito diramato le informazioni sulla bici rubata ai colleghi in servizio esterno e, dopo pochi minuti, un agente del Nucleo Tutela Ordine e Decoro Urbano ha intercettato il mezzo che corrispondeva alla descrizione all’ingresso del piazzale della stazione ferroviaria di Thiene: in sella, un ragazzo che pedalava affannosamente, come in fuga. Alla vista dell’agente il ragazzo ha tentato di aumentare l’andatura, sperando di seminarlo, ma è stato raggiunto in pochi secondi.
All’agente, il giovane ha dichiarato di aver comprato la bici poco prima in via San Rocco per 30 euro ma, risultando poco credibile la versione dei fatti fornita, è stato identificato, accompagnato al Comando e denunciato per furto aggravato. Si tratta di un 32enne di origini serbe residente a Marano Vicentino, le cui iniziali sono I.R.
La proprietaria della e-bike ha poi riconosciuto la bicicletta, che le è stata quindi restituita. Alla due ruote era stato asportato il lucchetto metallico ad arco fissato sul telaio e che bloccava la ruota posteriore. La visione dei filmati della videosorveglianza urbana ha poi consentito agli agenti di ricostruire tutte le fasi de furto.