Danneggia il semaforo e fugge. Beccato grazie ai testimoni e ai varchi elettronici

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Inizia a dare frutti evidenti l’installazione dei varchi elettronici nel thienese. Un furgone, infatti, dopo aver causato danni ad un impianto semaforico è stato pizzicato dalla polizia locale grazie alle telecamere, nonostante la fuga avvenuta dopo il fatto.

E’ accaduto a Zanè alle 10.30 del 15 marzo: un autocarro, all’intersezione tra le vie Pasubio,Trieste e Cuso, nel superare a destra un’auto che stava per svoltare a sinistra per immettersi su via Trieste, è andato a sbattere contro il palo del semaforo. Nonostante l’impatto molto forte, che ha danneggiato le lanterne semaforiche e la palina, il guidatore si è allontanato velocemente dalla zona, dirigendosi verso Thiene.

Alcuni testimoni hanno però segnalato immediatamente il fatto al consorzio di polizia locale Nordest Vicentino, cheh a effettuato i necessari rilievi e visionato le immagini registrate dai varchi elettronici installati nel comune di Zanè. Da questi sono arrivati elementi utili e conferme che hanno consentito di individuare in modo certo il veicolo responsabile del danno “schedandone” fin da subito la targa.

Alla ditta di Verona proprietaria del mezzo la polizia locale è arrivata incrociando poi i dati della targa del mezzo attraverso gli archivi della motorizzazione. Al conducente verrà notificata una sanzione amministrativa di 296 euro e gli saranno decurtati quattro punti dalla patente di guida, e dovrà anche risarcire il danno causato all’impianto semaforico.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!