Nuova ordinanza regionale, Zaia “Un kit per la sopravvivenza del cittadino”

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

E’ stata presentata quest’oggi nella consueta conferenza stampa di mezzogiorno la nuova ordinanza del presidente Luca Zaia, che entrerà in vigore nel Veneto a partire dalle 24 di oggi.

Il governatore l’ha definita come un “kit per la sopravvivenza del cittadino”, specificando che “si tratta di un provvedimento armonizzato con i DPCM emanati dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte, e che va nell’ottica di tutelare la salute dei cittadini veneti”.

Zaia ha messo fortemente l’accento sull’obbligatorietà dell’utilizzo della mascherina, necessaria per prevenire un ritorno alla situazione che il Veneto stava vivendo poche settimane fa. Ha ricordato poi il numero dei morti causa CoVid nella regione, oltre alle persone attualmente in terapia intensiva.

Da domani infatti 1,2 milioni di veneti rientreranno sul posto di lavoro, e sarà necessario comportarsi secondo le disposizioni al fine di evitare una recessione nella gestione della pandemia. Fatto l’obbligo quindi del distanziamento sociale e dell’utilizzo della mascherina, alcune novità riguardano gli spostamenti. E’ consentita la mobilità in tutta la regione per incontrare i propri congiunti. Ci si potrà recare in auto o coi mezzo pubblici anche al di fuori del territorio comunale per fare sport (ovviamente da soli, compagnia consentita solo con i familiari). Da domani inoltre saranno consentiti gli allenamenti individuali e a porte chiuse degli atleti professionisti anche nei centri sportivi, previsione che riguarda anche calcio e piscine. Durante la corsa decade inoltre l’obbligo di utilizzo della mascherina, considerato dannoso per la salute.

Questione trasporti: i treni dovrebbero caricare non più del 50% della loro capacità, gli autobus un terzo in meno.