Furti a VicenzaOro: all’opera banda di cinesi. Un arresto e quattro denunce

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Due furti hanno funestato l’edizione autunnale di VicenzaOro, in corso in Fiera. I due blitz malavitosi sono avvenuti in rapida sequenza e sono stati compiuti in entrambi i casi di cinesi – entrati in Italia il 20 settembe scorso con visto turistico. L’azione congiunta della Squadra Mobile e della sicurezza privata ingaggiata dalla Fiera hanno consentito di mettere le manette ai polsi di una 32enne e di denunciare altre quattro persone (due donne e due uomini). La polizia è convinta che si trattasse di un’unica banda.

Il primo furto è avvenuto domenica pomeriggio, quando sono stati sottratti tre bracciali per un valore complessivo di 80 mila euro. Due avvenenti cinesi, vestite elegantemente, si sono presentate ad uno stand dimostrandosi interessate ad alcuni monili. La barriera linguistica e qualcosa di sospetto nell’atteggiamento hanno però insospettito il titolare, che ha tenuto monitorati i movimenti delle due presunte clienti. E infatti, controllando i movimenti effettuati con le mani dalle due donne, l’uomo (responsabile di una ditta orafa di Milano) si è accorto che avevano rubato alcuni bracciali, lanciando l’allarme alla sicurezza. Una delle due malfattrici – Caozhu Zhou, 35 anni – è stata fermata e arrestata in flagranza e ieri giudicata per rito direttissimo per furto aggravato in destrezza in concorso. La sua complice, Y.X. cinese di 32 anni, è riuscita a scappare dopo aver gettato la refurtiva in un vaso. La donna è stata però identificata grazie alle telecamere e denunciata: al momento è irreperibile.

Il secondo furto si era verificato poco prima, quando erano spariti tre anelli, una collana e due brillanti per complessivi diecimila euro. Il titolare dello stand, accortosi dell’ammanco, ha spiegato ai poliziotti di aver visto aggirarsi alcuni individui di origine orientale. I responsabili anche in questo caso sono stati identificati: si tratta di due uomini e una donna, anche in questo caso cinesi, ai quali la squadra mobile è riuscita a risalire grazie alle foto che come tutti i visitatorei hanno dovuto lasciare all’ingresso. La polizia ferroviaria è riuscita a recuperarli in viale Roma e a recuperare i monili rubati mentre scendevano dall’autobus che li stava portando in stazione. Ora sono indagati per furto pluriaggravato in concorso: si tratta di due uomini di 37 e 34 anni e di una donna di 28.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!