Lane, parlano i giocatori: “Insieme ai tifosi siamo la parte buona del Vicenza” VIDEO

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Ore 15.55. La squadra scende in campo per l’allenamento. In curva, cori impietosi contro gli ex presidenti della società: Cassingena, Polato e la coppia di Vifin, Franchetto e Dalla Vecchia. Sono partite anche urla “Sanfilippo devi morire”.

Ore 15,40. Continuano ad arrivare tifosi allo stadio Menti. Attualmente sono almeno 300 le persone pronte ad assistere a quello che potrebbe essere l’ultimo allenamento della squadra di serie C. La seduta preparatoria non è ancora iniziata: comincerà probabilmente con una ritardo di quasi un’ora. Dalla Curva sale l’inno del Vicenza (VIDEO).

Ore 15,00. Allo stadio Menti sono circa 250 i tifosi del Vicenza Calcio radunanti in attesa della squadra. Sono  entrati per l’entrata principale, ma sono stati rispediti all’esterno dalla sicurezza, che ha però autorizzato l’ingresso alla Curva Sud, dove tifosi e giornalisti si stanno ora recando per assistere all’allenamento.

Ore 14,30. Fuori, un pugno di tifosi del Lane ad aspettare notizie. Dentro, nella sede dell’Associazione Calciatori in contrà delle Grazie a Vicenza, la prima squadra al completo, compreso l’allenatore Nicola Zanini, il direttore sportivo Moreno Zocchi e tutto lo staff tecnico. Tutti insieme per la conferenza stampa nella quale hanno deciso di farsi beffe di chi da mesi si fa beffe dei doveri nei loro confronti, non pagando gli stipendi: hanno così infranto il silenzio stampa che aveva imposto ieri Fabio Sanfilippo, l’amministratore unico del Vicenza Calcio, giudicando i vertici della società “non credibili”.

Sanfilippo nelle ultime ore ha annunciato sul sito della società che l’allenamento di oggi sarà a porte chiuse, mentre invece i giocatori hanno dato appuntamento ai tifosi proprio al Menti. La notizia dell’allenamento a porte chiuse ha preso di sorpresa anche il Comune: il presidente del consiglio comunale Federico Formisano, nonché grande tifoso, ha avvisato quindi l’assessore alla sicurezza Rotondi ed è stata predisposta la presenza sul posto della polizia locale.

Per il club fondato nel 1902 questa si presenta come una giornata decisiva. “Insieme ai tifosi siamo la parte buona del Vicenza” ha affermato in conferenza stampa il capitano Stefano Giacomelli, che ha invitato i tifosi a raggiungere la squadra allo stadio. Giacomelli ha sparato a zero su tutte le presunte cordate di “faccendieri” che hanno fatto promesse da settembre, leggendo una lettera a nome della squadra. Alla fine ha ricordato il clima fra i giocatori: “In questi mesi fra di noi ci siamo aiutati molto e siamo un gruppo compatto. Il nostro più grande desiderio è vedere tutta la tifoseria gioire di nuovo”.

I giocatori hanno confermato lo sciopero di domani per la partita con il Padova di Coppa Italia. La società ha convocato la squadra Berretti, ma non è detto che si presentino tutti perché alcune famiglie pare si siano opposte. L’unico della prima squadra che sarà presente sarà il mister Zanini, di fatto per evitare l’esonero e in quanto ex allenatore proprio dei Berretti prima del passaggio in prima squadra.

 

Ascolta il Radiogiornale di oggi!