Si getta sui binari alle porte della città. Travolto un uomo

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Uno scorcio della zona in cui è avvenuta ieri la tragedia

Altra tragedia della disperazione, stavolta alle porte della città di Vicenza. E’ accaduto poco lontano dalla Caserma Ederle ex Setaf, nella prima serata di ieri, in prossimità di strada del Megiaro, in un tratto recintato. A perdere la vita, dopo aver scavalcato le protezioni e aver mosso un passo sui binari ferroviari, un uomo dell’età approssimativa di 40 anni. Un treno Eurostar diretto alla stazione del capoluogo berico lo avrebbe travolto, e si tratterebbe di un gesto volontario, non di un incidente. Lo riporta il Giornale di Vicenza, che cita la polizia ferroviaria per le informazioni del caso.

Il fatto è avvenuto lungo una laterale di viale della Pace, in una zona residenziale. La via di fatto è “tranciata” in due parti proprio dal passaggio della linea ferroviaria. Non sarebbero stati ritrovati documenti utili all’identificazione sul corpo della vittima. Gli agenti della Polfer avrebbero raccolto alcune testimonianze tra i residenti della zona, escludendo la natura incidentale di dramma purtroppo all’ordine del giorno nelle pagine di cronaca di questo periodo. Di pochi giorni fa la notizia di un altro gesto estremo, dopo un salto dal ponte di Roana.

Tornando a Vicenza, l’allarme è giunto in centrale alle 19 di ieri, inutili i soccorsi per quanto immediati. Conseguenti disagi al traffico sui binari si sono protratti fino a tarda serata, in attesa del nulla osta per la rimozione del corpo senza vita dell’uomo, accumulando ritardi su una tratta importante degli snodi del Nord Est.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!