Il “Buon rientro” compie 20 anni e sarà un’esplosione di musica. In festa e sicurezza

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Un'immagine di un concerto all'aria aperta in una delle scorse edizioni e la locandina ufficiale

Compie 20 anni la Festa del Buon Rientro e si mostrerà venerdì sera in tutto il suo “splendore”. Aumentano gli oneri in termini di obblighi di ordine pubblico, ma crescono di anno in anno anche gli onori. I celebri onori di casa, di casa Thiene, che si prepara ad ospitare nel proprio cuore pulsante l’edizione 2018 del sempre affollatissimo ritrovo in centro, tra palchi in musica nelle piazze e pietanze servite nei locali cittadini. Un evento speciale da 10 mila presenze attese. Tutto pronto dunque per il 20° appuntamento, in massima sicurezza, un tema cruciale d’attualità.

In sede di presentazione sono intervenuti, tra gli altri, membri dell’amministrazione comunale e portavoce dei commercianti. “Si tratta ormai di è una manifestazione entrata nel patrimonio dei thienesi – spiega Franco Benvegnù, direttore dell’Ascom locale – che regge all’aumento degli obblighi di ordine pubblico solo grazie al grande sforzo di una sessantina di persone delle diverse realtà coinvolte. Molte manifestazioni – vedi sagra di Zanè – hanno mollato ma il confronto costruttivo con il comune di Thiene ci ha consentito di affrontare le nuove incombenze”. Alcuni numeri sulla rassegna 2018? Bene 22 le offerte allestite dai pubblici esercizi tra bar, osterie tipiche e pub, 14 le postazioni musicali praticamente di ogni genere, 10 mila i frequentatori abituali.

Un fetta consistente del lavoro organizzativo nel dietro le quinte tocca proprio all’amministrazione comunale. “E’ la manifestazione più impattante – sottolinea l’assessore al Commercio Alberto Samperi – che porta a Thiene in una sera almeno dieci mila persone. Come sempre abbiamo avvertito prefettura e l’ordine pubblico verrà garantito non solo dalla polizia locale ma anche dalle altre forze dell’ordine. E’ la festa dei pubblici esercizi di Thiene, non esisterebbe senza l’Ascom che ringraziamo per il consueto impegno. Per organizzare eventi di questo tipo serve il supporto importante di tante realtà. La legge chiede un operatore ogni 250 persone che partecipano e queste persone vanno formate”.

Proprio da cui nascerebbe l’idea di istituire una sorta di albo dei volontari, formati e disponibili a spendere tempo libero ed energie per eventi di questo tipo. Una proposta su cui si sta già ragionando.

Parola anche al neo presidente di Ascom Thiene, in “carica” da meno di un anno. “Questo evento conferma che il commercio può mirare non solo a un’attività ricreativa, economica e ludica – dice Vittorio Santacaterina –  ma anche di trasferimento di contenuti culturali, ad esempio con la musica. La presenza del progetto No Alcol dell’Ulss 7 Pedemontana è un segno molto importante”. Da ricordare che da almeno un lustro l’associazione commercianti ha concordato un regolamento che fra le altre cose vieta l’uso di bicchieri e contenitori in vetro all’esterno dei locali. LO slogan? Bevi differente, bevi responsabilmente. Magari gustandosi uno dei tanti cocktail analcolici preparati appositamente per l’occasione.

Appuntamento quindi a partire dal tardo pomeriggio di venerdì 7 settembre, con il clou nella serata e tanta musica. Non solo come gradevole sottofondo tra un brindisi e una chiacchiera tra amici e conoscenti che immancabilmente si incontrano per le vie e le piazze del centro, ma come parte integrante di una festa in grande in stile movida per salutare l’estate agli sgoccioli e ripensare, magari con un pizzico di nostalgia, alle vacanze ormai concluse. L’accesso al centro della città sarà chiuso dalle 16 fino a tarda notte, al completamento dell’evento, previsto a partire dalle ore 19 e fino alle 2.30 di sabato. Iniziativa di Confcommercio Thiene con il patrocinio del comune e il supporto di Pedemontana Vicentina, Pro Loco e dell’Istituto Musicale Veneto “Città di Thiene”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!