Un passante nota lo scippo e annota la targa dei furfanti. Rintracciati dai carabinieri

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
La "gazzella" dei carabinieri

Atto civico da lodare o, semplicemente, un dovere. Risultano indagati – in stato di libertà – un uomo e una donna che sarebbero stati autori in solido di uno scippo di portafoglio nei giorni scorsi, in via Legione Antonini nel capoluogo. Con destrezza i due avrebbero sfilato il portamonete da una tasca dei jeans dei di un giovane vicentino, ignaro del furto a suo carico. A notare la condotta illecita un passante, abile ad annotare la targa del mezzo parcheggiato a pochi metri dove i ladruncoli sono saliti con il “bottino”. Poi la chiamata al 112 e l’intervento dei carabinieri, solerti a individuare gli artefici del colpo “a cielo aperto”.

Presunti – ad oggi almeno – colpevoli sono W.A., 26enne di nazionalità pakistana senza fissa dimora ed E.Z., 31enne italiana residente ad Isola Vicentina. A inchiodarli sulle loro responsabilità non solo il codice della targa del veicolo ma anche la descrizione offerta dal testimone della vicenda. Nessuna traccia, però, della refurtiva. Facile pensare che dopo aver svuotato il portafoglio i due se ne siano liberati subito dopo, così come spiega la nota informativa giunta dal comando dell’Arma di Vicenza.

Le indagini proseguono per verificare se la coppia, in passato, si sia resa responsabile di atti illeciti con simile modus operandi. Intanto, dovranno rispondere ai giudici della denuncia per furto aggravato.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!