Ai domiciliari, ruba due bici e viene arrestato: ora è già a casa

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

L’ennesimo furto di biciclette gli frutta l’arresto: dopo poche ore, però, è ai domiciliari di nuovo. In manette, grazie alla polizia locale del Consorzio Nordest Vicentino, è finito un ladro seriale di due ruote, almeno stando ai riscontri delle forze dell’ordine: Edgar Pyrchu, 21enne nato in Russia ma già da molti anni in Italia. Venerdì l’uomo è stato “pizzicato” sul fatto dai vigili di Thiene, mentre vendeva un modello da 5mila euro rubato poche ore prima.

E’ successo alle tre del pomeriggio, dietro un condominio di via Marconi (nei pressi della stazione ferroviaria). Passando, due agenti hanno notato Pyrchu – che attualmente dovrebbe essere agli arresti domiciliari – mentre esaltava le qualità di una bicicletta dalla sella bianca con due quarantenni, poi denunciati per ricettazione. Il russo stava tentando di vendere la bici per 150 euro, i due proponevano 120 al massimo. Senza farsi notare i due poliziotti hanno ascoltato la conversazione, poi a un certo punto sono intervenuti fermando e identificando tutti i presenti. La bici, una mountain bike Corratec modello Revolution, aveva ancora il marchio del negozio dove era stata acquistata, Planet Bike. Gli agenti l’hanno contattato, ed è emerso che il mezzo era stato effettivamente venduto a un 36enne di Zanè sei anni fa, per 5mila euro. I poliziotti sono andati a casa del proprietario, è emerso che il garage era stato forzato, era scomparsa la mountain bike e anche un altro modello.  La polizia locale è alla ricerca della seconda bicicletta: Pyrchu, arrestato per furto, ora è di nuovo ai domiciliari.