Si era chiuso in auto per suicidarsi: 51enne salvato dai carabinieri

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Un'auto dei carabinieri

Problemi di carattere economico e familiare, tarli così presenti e forti da portare un 51enne a tentare il suicidio, chiudendosi dentro l’auto in una delle giornate più calde dell’estate. A convincere l’uomo a desistere dal togliersi la vita, sono stati i carabinieri della stazione di Altavilla.

Nel pomeriggio di ieri i militari si erano messi alla ricerca dell’uomo, che vive a Vicenza, dopo essere stati contattati dai familiari impensieriti perché si era allontanato. Il 51enne, andandosene, aveva fatto sapere alla famiglia che aveva intenzione di farla finita, di suicidarsi. I carabinieri, quindi, hanno cercato il vicentino fino a che lo hanno trovato a Brendola, in un parcheggio vicino al municipio.

L’uomo, chiuso dentro la sua macchina in evidente stato ansioso depressivo, era fermamente intenzionato a rifiutare qualsiasi forma di aiuto o ascolto. I carabinieri, però, con pazienza e capacità di fargli capire a cosa stava andando incontro, sono riusciti a rassicurarlo e a convincerlo ad uscire dall’auto. Dato il grande caldo e la temperatura molto alta all’interno del mezzo, il 51enne è stato accompagnato dal personale del Suem all’ospedale di Vicenza per gli accertamenti del caso.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!