Scoperti due indiani clandestini in uno stabile abbandonato, uno aveva eroina: saranno espulsi

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Due indiani clandestini, di cui uno trovato in possesso di 0,78 grammi di eroina, sono stati scoperti dalla Polizia Locale dei Castelli all’interno di uno stabile abbandonato in via Rossini ad Alte di Montecchio Maggiore.

Il controllo, avvenuto due pomeriggi fa, ha consentito di trovare i due stranieri – S.K. di 23 anni e S.A. di 29 – che stavano dormendo su alcuni cartoni all’interno dell’edificio. Il 23enne aveva con sé una pallina di eroina che ha tentato invano di occultare. Entrambi privi di documenti, sono stati fotosegnalati nella caserma della Guardia di Finanza di Arzignano. Risultati clandestini, a loro carico sono state avviate le pratiche per l’espulsione. Il più giovane sarà inoltre segnalato all’autorità giudiziaria e alla Prefettura per il possesso della droga.

Il ritorno dell’eroina fra i consumatori di droghe è ormai un fatto assodato, che preoccupa molto forze dell’ordine e Dipartimenti per le dipendenze delle Ulss venete. Una sostanza nuova però, molto più potente che in passato, con un principio attivo molto più alto: nel veneziano da inizio anno ha già fatto nove morti. La sua diffusione è facilitata dai prezzi bassi (una dose costa 20-30 euro) e che prevede nuovi stili di consumo: non solo iniettata in endovena ma anche fumata o sniffata.  Il Rapporto 2016 Direzione Centrale per i Servizi Antidroga del ministero dell’Interno ha stimato un aumento dei traffici di eroina, a livello nazionale, del 66% rispetto ai dieci anni precedenti. Nel 2016 in Veneto i morti per questa droga sono stati 25: il 67% in più rispetto all’anno precedente.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!