Sparatoria in zona industriale, indagati due carabinieri

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Due appuntati del nucleo radiomobile della compagnia dei carabinieri di Valdagno saranno iscritti nel registro degli indagati dalla procura di Vicenza per lesioni colpose in relazione alla sparatoria avvenuta nella zona industriale di Montecchio Maggiore nelle prime ore di sabato scorso.

Il procuratore Antonino Cappelleri, che sta coordinando le indagini insieme al sostituto Gianni Pipeschi – secondo quanto scrive Il Giornale di Vicenza – lo definisce “un atto dovuto”. Iscritto nel registro degli indagati anche il 28enne foggiano Michele Liberti, rimasto ferito. Sarà indagato per furto o associazione a delinquere finalizzata ai furti.

L’uomo si trova ancora ricoverato all’ospedale San Bortolo di Vicenza dopo aver subito un intervento di sei ore: era stato raggiunto da alcuni proiettili mentre era a bordo della Fiat Punto bianca, uno di questi lo ha colpito al basso ventre, ferendolo gravemente.

Ad occuparsi delle indagini, il nucleo investigativo provinciale, con a capo il tenente colonnello Giuseppe Bertoli. Tanti gli aspetti ancora da chiarire nella vicenda, in particolare se anche i complici di Liberti, poi fuggiti, hanno sparato dei colpi d’arma da fuoco. Saranno gli esperti nominati dalla procura, in particolare attraverso la perizia balistica, a dover chiarire cosa è accaduto precisamente quella notte.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!