Branco di undici lupi ripreso sull’Altopiano nei giorni del maltempo

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Undici lupi, tutti insieme, che si spostano col buio durante i giorni di forte maltempo, poche ore dopo la devastazione: è l’eccezionale ripresa effettuata sull’Altopiano di Asiago dal biologo (appassionato di forografia) Enrico Ferraro, che lo ha pubblicato su Facebook.

Il video riporta la data del 31 ottobre scorso ed è stato girato alle otto di sera con una fototrappola, ossia un apparecchio che, mimetizzato in natura, consente riprese a infrarossi. La zona, Ferraro non la precisa: un po’ forse per proteggere gli animali, un po’ perchè il branco si sposta: da Foza alla Piana di Vezzena e fin giù sul Ghelpach (Gallio).

“Si tratta – ha spiegato il biologo padovano (ma residente in trentino) – di un branco alle terza riproduzione. I cuccioli inizialmente erano nove, con almeno cinque-sei adulti. Qualche cucciolo forse nei mesi scorsi è morto, ma non credo a causa del maltempo. Non è perciò certo che gli undici nel video siano realmente tutti i lupi del branco”.

Ferraro, che conosce bene i lupi presenti sull’Altopiano, è sicuro infatti che quest’anno vi sia stata una cucciolata particolarmente numerosa ma che, come succede normalmente in natura, alcuni cuccioli siano morti prima di aver compiuto un anno di vita. “In zona abbiamo certezza di un solo branco, forse poterbbe essercene un’altro nella parte sud dell’Altopiano ma non è ancora stato trovato, lì per ora c’è la certezza solo della presenza di qualche lupo, non è ancora chiaro se singolo o coppia. Il fatto di monitorarli aiuta a capire man mano la dimensione dei branchi presenti in Veneto e l’espansione della specie nelle nuove aree” spiega il biologo che con un gruppo di appassionati monitora in maniera volontaria i lupi e passa poi i dati alla Regione Veneto.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!