Escursionisti e fungaioli scivolano in montagna, tre interventi del Soccorso Alpino

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Un recupero con verricello (foto d'archivio)

La prima emergenza di domenica, poi rientrata, è stata alle 11.30 a Campomulo. Soccorse persone nel pomeriggio anche a Malga Lora di Marcesina e Crespadoro: i feriti, tutti ritrovati, non sono in gravi condizioni.

Poco prima dell’ora di pranzo, ieri, un escursionista che era andato con la moglie a fare una passeggiata a Campomulo (Gallio) ha allertato il Soccorso Alpino, molto preoccupato: la donna era scomparsa. Fortunatamente, quando i soccorritori sono arrivati sul posto, l’emergenza è rientrata da sola (la persona è stata ritrovata).

Sull’altro versante montano della provincia, nell’alta valle del Chiampo, poco prima delle 14 il 118 di Vicenza ha allertato il Soccorso alpino di Recoaro – Valdagno per un’escursionista che, scivolata per qualche metro dal sentiero di Cima Maraia, si era fratturata una caviglia. Una squadra si è portata nelle vicinanze per un eventuale supporto alle operazioni, mentre l’elicottero di Verona Emergenza si avvicinava al luogo dell’incidente. La donna è stata recuperata con un verricello di 15 metri dal tecnico dell’ elisoccorso ed è stata trasportata all’ospedale di Valdagno.

Attorno alle 16.30 il 118 nuovamente ha allertato il Soccorso alpino di Asiago per il mancato rientro di un uomo, P.B. di 62 anni, di Thiene. L’uomo era partito alla mattina alle 10 per andare a funghi nella zona di Malga Lora. Due squadre si sono dirette assieme ai carabinieri forestali verso il punto indicato dai familiari per avviare la ricerca. Una volta arrivati hanno fortunatamente appurato che il fungaiolo, dopo essersi smarrito ed essere arrivato nella Piana di Marcesina di Enego, aveva incontrato una persona e ricevuto un passaggio in macchina. L’allarme è quindi rientrato.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!