Anche l’Ogd Pedemontana Veneta e Colli al Primo Forum Internazionale del Turismo

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Nicolas Cazzola, presidente di ODG Pedemontana Veneta e Colli, ha partecipato al meeting sul Lago Maggiore

Dopo due giornate di intensi dibattiti, il Primo Forum Internazionale del Turismo si è concluso a Baveno con un successo straordinario, posizionando la località sul Lago Maggiore al centro dell’attenzione internazionale per la sua dedizione e visione per il futuro del turismo. L’evento, organizzato dal Ministero del Turismo e fortemente voluto dalla ministra Daniela Garnero Santanchè, ha riunito esperti, operatori del settore ed autorità locali per discutere le sfide e le opportunità del turismo contemporaneo.

All’iniziativa ha partecipato anche il Presidente di OGD Pedemontana Veneta e Colli Nicolas Cazzola su invito da parte del Ministero del Turismo. Dopo due giornate di intenso lavoro il Presidente porta a casa le seguenti riflessioni circa la nostra destinazione turistica.

Sostenibilità ed Accessibilità: il Forum ha evidenziato l’importanza cruciale di promuovere pratiche sostenibili e garantire l’accessibilità nelle destinazioni turistiche. L’obiettivo è quello di bilanciare la crescita del settore con la tutela dell’ambiente e la creazione di esperienze accessibili per tutti i visitatori. Un focus importante ha riguardato l’importanza della resilienza per affrontare i cambiamenti climatici.
Turismo Esperienziale ed Autenticità: l’attenzione all’autenticità del territorio è stata sottolineata come chiave per attirare i viaggiatori in cerca di esperienze significative. La valorizzazione dell’artigianato locale e il coinvolgimento attivo nella vita delle comunità sono diventati punti focali per attrarre un turismo più consapevole.

Turismo del Gusto e Rurale: l’interesse crescente per il “Turismo del Gusto” è emerso come una tendenza chiave, con i viaggiatori che cercano eccellenze locali e risorse enogastronomiche. Il turismo rurale è stato promosso come una modalità per permettere ai visitatori di esplorare una destinazione in modo più autentico e culturale.
Inclusività e Tecnologie Digitali: La discussione sull’importanza dell’inclusività nel turismo ha sottolineato la necessità di rendere le destinazioni turistiche accessibili a tutte le persone, indipendentemente dalle abilità. Le tecnologie digitali, inclusa l’intelligenza artificiale e la realtà virtuale, sono state riconosciute come strumenti fondamentali per migliorare l’efficienza e la sostenibilità nel settore.

Turismo delle Radici e Migranti: il turismo delle radici, definito anche con il termine “family trip”, è stato esaltato come una forma inclusiva e sostenibile, capace di valorizzare risorse economiche e culturali spesso trascurate. Il ritorno dei migranti alle proprie origini durante le vacanze è stato considerato un potente motore di crescita per le comunità.
Turismo Sportivo: il turismo legato alla pratica personale e alla partecipazione agli eventi sportivi è stato identificato come un’opportunità per la crescita del benessere fisico e dell’economia locale. La destagionalizzazione dei flussi turistici attraverso il turismo sportivo è stata enfatizzata come un elemento chiave per l’industria.

Al Forum Internazionale del Turismo erano anche presenti: Ignazio La Russa, Presidente del Senato della Repubblica – Francesco Lollobrigida, Ministro dell’Agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste – Adolfo Urso, Ministro delle Imprese e del Made in Italy – Alessandra Locatelli, Ministro per le Disabilità – Antonio Tajani, Vicepresidente del Consiglio dei Ministri e Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale – Giancarlo Giorgetti, Ministro dell’Economia e delle Finanze – Anna Maria Bernini, Ministro dell’Università e della Ricerca – Andrea Abodi, Ministro per lo Sport e i Giovani – Gennaro Sangiuliano, Ministro della Cultura – Giorgia Meloni, Presidente del Consiglio dei Ministri.