Domani sera in Cattedrale la conclusione del Giubileo della Misericordia

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Papa Francesco apre la un anno fa la prima Porta Santa a Bangui (Rep. Centrafricana)

Si conclude domenica, con la celebrazione presieduta a Roma da papa Francesco e la chiusura della Porta Santa della Basilica di S. Pietro, l’Anno Santo straordinario della Misericordia. In tutte le diocesi del mondo nei luoghi giubilari le “porte della misericordia” sono state già chiuse domenica scorsa.

Domani sera alle 18.30 il vescovo Beniamino presiederà per questo in Cattedrale a Vicenza la liturgia diocesana di ringraziamento per l’Anno giubilare: parteciperanno a questa celebrazione in particolare le comunità cristiane del centro cittadino e per questo motivo saranno sospese tutte le altre celebrazioni del centro storico. Sono stati invitati a concelebrare tutti i sacerdoti.

“Chiudere l’Anno Santo non significa chiudere i nostri cuori alla misericordia – afferma il vescovo di Vicenza Beniamino Pizziol – al contrario ora, fortificati da questa intensa esperienza spirituale, rinnoviamo il nostro impegno soprattutto attraverso l’accoglienza, l’ospitalità e la disponibilità concreta all’ascolto e all’aiuto di tutte le persone bisognose, di qualunque nazionalità e provenienza, vicini e lontani che siano. Gesù nel Vangelo non ci invita semplicemente ad aiutare il prossimo, ma ad essere prossimi di coloro che incontriamo, con le loro storie e le loro fatiche”.

I temi dell’accoglienza e della prossimità saranno rilanciati dal vescovo Pizziol anche nel messaggio alla diocesi per il prossimo Natale.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!