La Maratona Alpina scalda i motori e fa il pieno di iscritti

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Tutto pronto per la 42° edizione della Maratona Alpina sulle Piccole Dolomiti, gara di corsa in montagna sulla distanza olimpica dei 42 chilometri. Iscrizioni chiuse da tempo per la manifestazione che si corre domani, passando sui monti Summano, Novegno e Pasubio, essendo stata raggiunta la straordinaria cifra di 574 partenti. Un record assoluto.

Grande soddisfazione quest’anno per il Gruppo Escursionisti Scledensi che organizza la manifestazione, ‘costretti’ a chiudere le iscrizioni già al 18 agosto per numero massimo di atleti raggiunto. “Non pensavamo che la cifra di partenti sarebbe aumentata così tanto – ha scritto il direttivo G.E.S. – la manifestazione ha avuto una crescita incredibile se si considera che nel 1975 partirono in 17”.
In totale dunque circa 42 chilometri da percorrere tra sentieri CAI, mulattiere e anche percorsi poco conosciuti. I metri di dislivello complessivi sono 4886, di cui 2891 in salita e 1995 in discesa. Partenza alle ore 5 domani mattina da Piovene Rocchette nel piazzale dietro al centro parrocchiale, poi si salirà il Monte Summano, discesa verso il Colletto Grande, di nuovo in salita fino agli oltre 1700 metri del Forte Rione sul Novegno; si scenderà poi al Colletto di Posina, Monte Alba, Passo Xomo e Bocchetta Campiglia da dove inizierà l’ultima dura salita per la Strada delle 52 Gallerie fino al Rifugio Papa, dal quale gli atleti discenderanno seguendo la Strada degli Eroi per concludere la loro (eroica) fatica al Pian delle Fugazze.
Tra gli uomini ci sarà grande battaglia per la vittoria, essendo presenti tutti e tre gli atleti andati a podio l’anno scorso quando vinse lo scledense Francesco Rigodanza. Tra le donne invece spazio per le outsider, considerata l’assenza della dominatrice dell’anno scorso Kristel Mottin.
Il tempo massimo per la conclusione è fissato alle 19.30 di sera, con passaggio obbligatorio attraverso i 5 punti di controllo dislocati sul percorso.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!