Un pic-nic a Campo Marzo per combattere il degrado

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Riempire Campo Marzo di famiglie in un pic-nic collettivo per combattere il degrado e lo spaccio. E’ questa l’idea lanciata nei giorni scorsi dal comitato di cittadini Prima Noi. Il portavoce Alex Cioni ha spiegato che “C’è l’idea di organizzare una sorta di flash mob per coinvolgere attivamente i residenti e tutti coloro che hanno a cuore il decoro e la sicurezza della porta d’ingresso del capoluogo berico”.

Una ulteriore proposta dunque pensata per dare un segnale forte sia a chi produce il degrado che attanaglia Campo Marzo sia all’amministrazione cittadina. “In questi mesi sul tavolo della politica locale sono arrivate varie proposte finalizzate a sanare i problemi del degrado di quella zona – spiega Cioni- ma non possiamo negarci che la questione sarà affrontabile concretamente quando in Veneto a Vicenza e provincia non arriveranno più i sedicenti profughi, mentre quelli che ci sono saranno messi nelle condizioni di non nuocere prima di essere rispediti nei loro Paese con dei rimpatri assistiti”.

Il comitato impegnato in tutta la provincia contro l’accoglienza ai “sedicenti profughi” chiede quindi ai vicentini, alle associazioni e ai comitati che da mesi sono impegnati in città contro il degrado, di valutare questa tra le varie iniziative propedeutiche a “smuovere dall’impasse in cui si trova l’Amministrazione comunale di Achille Variati”.

“L’iniziativa assumerebbe i connotati di un evento che la politica non potrebbe ignorare – conclude Cioni – ma che potrà funzionare solo se i vicentini decideranno di aderirvi in massa e senza paura, cioè se coglieranno l’opportunità di agire in prima persona secondo uno spirito comunitario”.