Il vecchio cedro del Libano di piazza Statuto ritorna sotto forma di… presepe

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Un presepe di legno che diventerà patrimonio di tutta Schio. L’idea l’ha avuta in questi giorni l’amministrazione comunale, accogliendo e facendo propria una proposta di don Alberto Maschio, direttore dell’istituto salesiano, che aveva suggerito di portare in piazza degli artisti del legno per realizzare alcune opere.

L’amministrazione comunale allo scopo metterà a disposizione il legno del grande cedro del Libano che era presente fino a pochi anni fa in piazza Statuto. “E’ stato abbattuto perché malato e il suo fusto ed i rami più grossi sono stati depositati in Prealpina, dove ancora giacciono” spiega il sindaco Valter Orsi spiegando l’iniziativa.

Il presepe di legno, che diventerà patrimonio di tutta Schio, prenderà forma nel tempo: ogni anno infatti saranno realizzati tre pezzi da parte di vari artisti e per la realizzazione delle statue l’amministrazione ha messo a disposizione proprio il legno del vecchio cedro. “Pensiamo che sia la cosa migliore per riportare nel cuore della nostra città un albero che per decine di anni aveva le  radici nella piazza centrale, come dire, un pezzo di storia tornerà a vivere” conclude il primo cittadino di Schio.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!