Vicenza Calcio. Tifosi sul piede di guerra contro la proprietà

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

E’ definitivamente precipitata la situazione in casa Vicenza Calcio. Con l’ennesima sconfitta maturata lo scorso turno di campionato a Cittadella infatti la società berica è praticamente retrocessa in Lega Pro. Una disfatta sportiva maturata a causa di un anno veramente nero per i colori biancorossi, che giocheranno l’ultimo match di campionato stasera in casa con lo Spezia. Si annuncia una serata incandescente: i tifosi sono imbufaliti contro la proprietà che ha gestito il Vicenza nell’ultimo anno, con la Curva Sud a diffondere un durissimo comunicato stampa, e il gruppo Lanerossi Crew che stanotte ha appeso due striscioni sempre a condannare i proprietari.

E se la retrocessione non è ancora ufficialmente segnata (ma probabile al 99,9%, considerando che il Vicenza dovrebbe vincere stasera almeno 5-0 e il Trapani al contempo dovrebbe perdere con uguale punteggio), la rabbia delle migliaia di tifosi vicentini è invece perfettamente concreta. Da tutte le parti del mondo biancorosso, sia tifosi che ex giocatori e bandiere del club, si punta infatti il dito contro la presidenza di Alfredo Pastorelli, subentrato un anno fa come presidente a Sergio Cassingena. Il capofila di Vi.Fin, la società finanziaria proprietaria del Vicenza, è accusato di scelte scellerate durante il mercato di gennaio, che hanno indebolito la rosa portando il Vicenza Calcio a retrocedere in Lega Pro.

Primi a manifestare apertamente la loro rabbia sono stati gli ultras della Curva Sud, che hanno diffuso un comunicato contro la proprietà dal titolo “Voi, vergogna di Vicenza, siete tutti colpevoli dal primo all’ultimo”. Un’accusa che non risparmia nessuno, nemmeno la squadra. “Giocatori, società, allenatori, nessun membro di questo “progetto” Vicenza può avere l’assoluzione dopo un anno del genere – si legge nello scritto – avete umiliato non solo una curva, ma un’ intera città. Voi che vi siete presentati con presunzione, arroganza, altezzosi e pieni di spocchia, dicendo ad ogni sconfitta “la prossima ci riscatteremo e la salvezza non sarà un problema”, promettendo mari e monti ad una piazza che tutto sommato vi ha accolto a braccia aperte e vi ha rispettato fino all’ultimo. Voi, che nemmeno messi tutti assieme valete più del salotto di Uomini e Donne.
Squadra di indegni, incapaci sia di giocare che di ammettere le proprie colpe. Società di fantasmi, i cui membri ora si tirano addosso le colpe cercando di passarsi la patata bollente e puntando il dito l’uno contro l’altro, mettendo già le mani avanti sugli investimenti futuri che non ci saranno”.

Nella notte scorsa inoltre il gruppo ultras “Lanerossi Crew” ha fatto comparire due striscioni, uno nella zona stadio Menti e uno sotto la sede della società finanziaria del presidente Pastorelli. “Arroganza e incompetenza, questa è la tua incompetenza” dice il primo contro Alfredo Pastorelli. “Vi.Fin: con il silenzio e la vostra assenza vi siete giocati la nostra pazienza… Buffoni!” il contenuto del secondo, contro la proprietà.

Clima che insomma sarà di fuoco stasera al Menti, con l’ultima, e ingloriosa, apparizione del Vicenza calcio in Serie B. Speriamo non l’ultima.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!