Bimba di cinque mesi inizia a vedere dopo l’intervento all’ospedale di Bassano

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Non solo covid: all’ospedale di Bassano del Grappa nei giorni scorsi è stato condotto con successo un intervento chirurgico su una bambina di appena cinque mesi, affetta da cecità dovuta a una cataratta congenita bilaterale.

La neonata è stata operata insieme dal dottor Antonio Toso, direttore dell’oculistica dell’ospedale di Santorso, che è intervenuto sull’occhio destro, e dalla dottoressa Simonetta Morselli, direttore dell’oculistica dell’ospedale di Bassano del Grappa, che ha operato in successione l’occhio sinistro.

Durante il doppio e simultaneo intervento, l’equipe medica ha proceduto prima alla rimozione della cataratta e quindi all’impianto del cristallino artificiale. Già nell’immediata fase post operatoria la piccola ha potuto così recuperare la capacità visiva. Il tutto grazie al contributo degli anestesisti, la cui esperienza ha permesso l’intervento in anestesia generale di una paziente così piccola in piena sicurezza. «Ancora una volta – commenta Bortolo Simoni, commissario dell’Ulss 7 Pedemontana – i due reparti di oculistica hanno dato dimostrazione di saper lavorare in maniera sinergica ed efficace al fine di garantire ai propri cittadini un’alta qualità assistenziale, anche durante questo difficile periodo di emergenza».

La direttrice di Oculistica all’ospedale di Bassano del Grappa, Simonetta Morselli
Il direttore di Oculistica all’ospedale di Santorso, Antonio Toso