Dentro Canapadua, la prima fiera dedicata ai derivati della canapa (FOTOGALLERY)

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

A “fare effetto”, finora, sono da una parte le polemiche della vigilia e dall’altra l’afflusso di curiosi sin dal primo giorno d’apertura. Il tutto ruota attorno alla cosiddetta cannabis light e agli stand con i vari prodotti derivati della canapa, all’interno della fiera Canapadua da oggi e fino a domenica aperta nello spazio espositivo di Bassano Expo Fiera a Cassola. Poco. fumo e tanto arrosto fin qui: parcheggio gremito nonostante il giorno lavorativo d’esordio e via libera alla visita e alla scoperta degli usi farmaceutici, medici, commerciali e industriali e non solo della celebre pianta, anche attraverso convegni, tavole rotonde e incontri con ospiti e relatori.

Canapadua Cannabis Expo sorge a due chilometri dal centro di Bassano del Grappa (inaugurazione alle 11 di stamane), in via Valsugana nel territorio comunale di Cassola. Si estende su uno spazio di circa 3 mila metri quadrati e sarà visitabile fino alle 19 di domenica 1 luglio. Se il ciclo di incontri si occupa di divulgare informazioni e innovazioni che ruotano intorno all’industria della cannabis e ai vari impieghi leciti (cosmetici, vaporizzatori, abbigliamento, alimentazione e altri), la fiera rappresenta principalmente un punto d’incontro per produttori, consumatori, coltivatori e distributori di prodotti derivati dalla pianta, in Italia e nel mondo.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!