Arriva Canapadua, prima fiera veneta su cannabis e derivati. Donazzan: “Assurdo”

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Foglia di cannabis (dal sito della fiera Canapadua)

Arriva a Bassano – proprio nei giorni in cui il Consiglio superiore di sanità boccia la “cannabis light” – la prima fiera veneta dedicata alla canapa e ai suoi derivati: è Canapadua, in programma dal 29 giugno all’1 luglio a Bassano Expo, fra Bassano e Cassola. Ed è subito polemica: “E’ l’ennesima trovata che rischia di procurare un’ulteriore figuraccia alla Città” attacca Elena Donazzan, assessore veneto alla Formazione e Lavoro.

L’esposizione, aperta con biglietti a 7 euro, nei tre giorni ospiterà oltre a stand ed espositori di prodotti derivati dalla canapa conferenze e convegni su tutto quello che ruota attorno a questo vegetale: filiera distributiva della canapa “light”; coltivazione e tecniche agronomiche; cannabis come medicinale; produzione da parte dei coltivatori “canapari” veneti con aperitivi e degustazioni; canapa come prodotto per la bioedilizia e il tessile. “Canapadua – spiegano gli organizzatori – nasce dal desiderio di informare e formare sui valori e benefici della canapa industriale. Crediamo che sia tempo di utilizzare questa splendida materia prima a beneficio della società e del pianeta, creando un punto d’incontro tra coltivatori, associazioni, industria, consumatori e negozianti, dove le protagoniste saranno le aziende che hanno e stanno investendo in un settore in forte espansione. Obiettivo della manifestazione è sensibilizzare il pubblico sul delicato e sempre più attuale tema della canapa, riportandola in auge e conferendole il suo autentico valore, facendo scoprire le peculiarità e le possibilità di utilizzo della pianta sotto tutti i punti di vista”.

La kermesse – ampiamente pubblicizzata con manifesti e cartelloni da Bassano a Vicenza, a Padova, in queste settimane – ha dato vita ad aspre polemiche. Per Donazzan è grave che Bassano, “un territorio di classe, elegante, la capitale degli Alpini”, venga “trasformato in un parco giochi per eccessi e devianze! Dopo Young Signorino, e relativo retromarcia dell’Amministrazione comunale, questa è l’ennesima trovata che rischia di procurare un’ulteriore figuraccia alla Città. Ho chiesto ai sindaci di Bassano e Cassola, che non sapevano nulla di ‘Canapadua’, di fare qualcosa: la loro risposta? Tutto ok.. proprio mentre il Consiglio Superiore della Sanità ha bocciato la libera vendita di ‘marijuana light’ perché “non può essere esclusa la pericolosità dei prodotti contenenti o costituiti da infiorescenze di canapa”.”

In effetti, proprio in questi giorni il Consiglio superiore di sanità è intervenuto rispondendo a un’interrogazione sulla vendita di cannabis light e derivati posta dal precedente governo. La cannabis light è quella a bassissimo contenuto di principio attivo Thc. Il Css ha detto “no” alla vendita anche di questi prodotti, per un principio di precauzione e tutela sui consumatori inconsapevoli: in pratica, secondo il Css non sono stati sufficientemente studiati gli effetti di cannabis light su anziani, madri in allattamento e persone malate, quindi è meglio che la vendita sia vietata. Il parere è al vaglio del ministero.

IL PROGRAMMA DI CANAPADUA

I visitatori e gli operatori di settore potranno accedere ai 3 giorni di fiera utilizzando lo stesso biglietto di ingresso. Troveranno espositori legati al mondo della canapa industriale (alimenti, tessuti, cosmetica, bioedilizia), articoli grow e da giardinaggio, negozi di semi, accessori come i vaporizzatori e un programma con le tematiche più attuali sul mondo della canapa.

VENERDI’ 29 GIUGNO
Ore 12:00 incontro: La filiera distributiva della canapa light; con Garda Joint
Ore 15.00 Incontro: Canapa: attivismo, rete, cultura, informazione; con Gianni Bordin (Presidente Canapa di Marca)
La coltivazione della canapa, tecniche agronomiche; con Elia Barban (Az. Agricola BE)
L’agricoltura Biodinamica e il rispetto dell’ambiente; con Roberto Denart (Az. Agricola BioDR)

SABATO 30 GIUGNO
Ore 11.00 Conferenza “Curarsi con la Cannabis” con:
– Farmacista dott. Antonio Contin;
– dott. Gennaro Muscari Tomaioli medico omeopata consulente nutrizionale;
– Francesco Bacchin, perito chimico studente presso l’università di Padova;
– Peter Grünfelder presidente del Cannabis Social Club BZ introduzione sul CSC lavoro sul territorio e obbiettivo;
– Stefano Balbo primo paziente italiano ad utilizzare la cannabis;
Modera Canapa di Marca
Ore 14:30 conferenza “Cannabis e l’aspetto legale. Weldpay: il nuovo gateway di pagamento per l’e-commerce”
Ore 16.00 Tavola rotonda “Il benessere e il fitocomplesso della canapa, l’importanza
dell’alimentazione, la filiera corta”:
– Elisabetta Camporese: medico PNEI (psiconeuroendocrinoimmunologia e terapie integrate)
– Silvia Tomè Bioarchitetto e Cofondatore di Canapa di Marca
– Andrea Poloni: coltivatore e produttore presso Canapari Veneti.
– Dott.ssa Paola Frola agronoma
Modera Canapa di Marca
Rizzo Mattia, consulente e tecnico delle preparazioni alimentari, dibattito sui metodi e processi di produzione nelle GDO e nelle filiera artigianale e le relative qualità produttive con le possibili ottimizzazioni.
A seguire aperitivo con degustazione a base di canapa a cura dei Canapari Veneti

DOMENICA 1 LUGLIO
Ore 10.30 Conferenza “Abitare con la Canapa” con:
– Ecopassion (Sistema Canapa Trentino Alto Adige);
– HEMP 52 (Sistema Calcecanapa)
– Arch. Filippo Florian (specialista in bioedilizia, co-fondatore di Canapa di Marca)
Modera arch. Silvia Tomè (Canapa di Marca)
Ore 14,00 conferenza “OGM organismo geneticamente modificato”: con GreenPeace
Ore 15.00 conferenza “INITINERE”: progetto Toscanapa e trattamento della fibra, con Cesare Tofani di Toscanapa. Modera Canapa di Marca

Ascolta il Radiogiornale di oggi!