Due giovani incensurati rifornivano di cocaina il Bassanese: arrestati

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Le informazioni raccolte dai carabinieri di Bassano parlavano chiaro: c’erano un paio di giovani incensurati diventati spacciatori di marijuana e, soprattutto, di cocaina. E l’indagine svolta dai militati del comandante Adriano Fabio Castellari, è riusciti a incastrarli con le mani nel sacco.

I carabinieri avevano intensificato infatti i controlli antispaccio sul territorio, acquisendo preziose informazioni su alcuni soggetti. I militari del nucleo operativo e radiomobile della compagnia bassanese ne hanno individuati in particolare due e nei giorni scorsi hanno messo in atto nei loro confronti altrettante perquisizioni domiciliari.

Si è trattato di due attività disgiunte una dall’altra, realizzate anche con l’ausilio del cane antidroga Cyr dei carabinieri cinofili di Torreglia. Il primo arrestato è B.M. 22enne di Bassano del Grappa, trovato in possesso di 22 grammi di marijuana e 18 di cocaina già frazionati in dosi, 500 euro in contanti e vario materiale per il confezionamento dello stupefacente. Il secondo, F.A., 23enne di Borso del Grappa, in casa del quale è stato trovato un “sasso” di 50 grammi di cocaina e materiale vario per il confezionamento.

Entrambi erano pressoché incensurati. B.M. era stato posto agli arresti domiciliari, mentre F.A. era stato condotto in carcere a Treviso. Oggi, i loro arresti sono stati convalidati dall’autorità giudiziaria ed entrambi sono ora sottoposti alla detenzione domiciliare.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!