Precipita mentre cammina sul Monte Cola, muore escursionista bassanese

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
L'elisoccorso (immagine d'archivio)

Una camminata, assieme agli amici, risultata fatale. Non c’è stato nulla da fare per Pietro Merlo, l’escursionista 65enne di Bassano del Grappa, che ieri pomeriggio è stato trovato dai soccorritori privo di vita in un canalone, dopo un volo di 100-150 metri, probabilmente avvenuto a causa dell’erba bagnata che potrebbe averlo fatto scivolare. L’uomo aveva deciso di scendere lungo la cresta del Monte Cola, nel Gruppo del Lagorai, per visitare i camminamenti della Grande Guerra assieme a due compagni bellunesi.

Secondo quanto ricostruito dal Soccorso Alpino del Trentino, Merlo ha raggiunto la cima assieme agli amici, ma poi ha iniziato la discesa anticipando gli altri. E sono stati proprio i compagni d’escursione a trovare lungo la cresta uno dei suoi bastoncini. Preoccupati, hanno iniziato a cercarlo lungo i canaloni sottostanti, ma non trovandolo hanno proseguito fino a Malga Trenca, dove speravano d’incontralo. Quando si sono resi conto che non aveva raggiunto neanche la malga, hanno subito chiamato i soccorsi, telefonando al numero unico di emergenza 112.

Scattato l’allarme, il coordinatore dell’area operativa Trentino Centrale del Soccorso Alpino, di concerto con il numero unico di emergenza, ha inviato sul posto delle squadre della zona Trentino Centrale per le ricerche, alle quali hanno partecipato anche i vigili del fuoco volontari della zona, richiedendo l’intervento dell’elicottero. E’ stato proprio durante un sorvolo del mezzo aereo che l’escursionista è stato avvistato in fondo a un canalone, dove è precipitato facendo un volo di circa 100-150 metri. Gli uomini del soccorso alpino hanno provveduto al recupero della salma.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!