Dopo l’afa arriva il maltempo: disagi in Toscana e al confine con la Svizzera

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
?????????????
Dopo l’afa e gli incendi arrivano sull’Italia forti piogge e temporali, in particolare nella notte si sono abbattuti sulla Toscana, causando allagamenti in particolare nelle zone di Arezzo e nel Grossetano. Lo confermano i vigili del fuoco.
La situazione più critica si registra a Follonica, dove sono già un centinaio le richieste di soccorso per gli scantinati allagati e per le auto rimaste bloccate nei sottopassi. Problemi anche a Grosseto, dove via Emilia è completamente invasa dall’acqua. Nelle ultime 24 ore i pompieri, in tutta la Toscana, hanno effettuato oltre 300 interventi di soccorso. A Grosseto allagato un centro commerciale, compreso il piazzale di scarico, oltre a diversi scantinati e seminterrati. I mezzi anfibi dei vigili del fuoco hanno raggiunto anche un’auto rimasta bloccata in un sottopasso, ma fortunatamente all’interno non c’erano persone.
Una nuova frana si è staccata invece ieri sera in Val Bregaglia, al confine tra Svizzera e Italia, a causa delle forti piogge che hanno interessato la zona. La colata di fango e detriti ha colmato il bacino di contenimento realizzato dopo lo smottamento del 23 agosto spingendo il materiale verso il paese di Bondo. Due persone sono state evacuate con l’elicottero nella zona di Spino. Non si registrano feriti. Le autorità hanno diramato un appello alla popolazione affinché non ci si avvicini a ponti e argini di fiumi e torrenti. Secondo quanto riporta La Provincia di Sondrio, la strada “vecchia”, utilizzata dai frontalieri dopo la chiusura della Cantonale, è stata invasa dal fango.
Senza elettricità la località di Promontogno, mentre il piccolo paese di Bondo (Svizzera) in gran parte è stato evacuato.
Ascolta il Radiogiornale di oggi!