Fondi per “Spiagge sicure – Estate 2018”, mentre continuano i controlli sulle strade

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Il ministero dell’Interno ha annunciato lo stanziamento di due milioni e 500mila euro a favore di 54 Comuni costieri che hanno presentato progetti idonei per il piano Spiagge sicure-Estate 2018. I progetti riguardano soprattutto l’assunzione a tempo determinato di personale della polizia locale e il pagamento degli straordinari. I finanziamenti, provengono dal Fondo Unico di Giustizia, ed erano stati annunciati il 6 luglio dal ministro Matteo Salvini.

Quindici comuni beneficiari si trovano al Nord, 23 al Centro e 16 al Sud. I requisiti indicati prevedevano che ad accedere ai fondi fossero le città costiere a vocazione turistica, non capoluogo di provincia, con una popolazione non superiore a 50mila abitanti e con un indicatore di affollamento nelle strutture ricettive non inferiore a 500mila presenze annue.Tra i vari provvedimenti anche multe per chi acquista capi contraffatti dai venditori ambulanti. “Al centro del progetto – spiega il vicepremier Salvini – c’è il rafforzamento della collaborazione tra le forze dell’ordine e la polizia municipale delle zone balneari”.

L’obiettivo del Viminale è difendere le spiagge del nostro Paese dall’assalto dei venditori ambulanti abusivi, ma anche monitorare chi affitta loro alloggi e magazzini per la merce.Intanto si è conclusa la seconda fase dell’operazione ‘Estate sicura’ della Polizia di Stato in tutta Italia. Messi in campo 688 equipaggi e 1.634 dipendenti.Le persone controllate sono state 6.984, di cui 1.672 con precedenti di polizia,  33.049 i veicoli sottoposti a verifiche, 40 quelli sequestrati e 430 le contravvenzioni.  Venticinque gli arrestati, 68 i denunciati e quasi un chilo di droga sequestrata. L’operazione ha lo scopo di aumentare i controlli nel periodo estivo, quando si acuisce il fenomeno dei furti in appartamento.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!