Rogo in un camper a Roma: si indaga per omicidio e incendio doloso

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
La Procura di Roma ha avviato un‘indagine per omicidio volontario e incendio doloso in relazione al rogo che nella notte ha distrutto completamente un camper, parcheggiato nei pressi di un centro commerciale nel quartiere romano di Centocelle.
Le fiamme, divampate intorno alle 3 della notte, hanno avvolto completamente il veicolo, all’interno del quale viveva una famiglia di origini rom, composta da due genitori e 11 figli, dei quali 8 sono riusciti a mettersi in salvo. Tre sorelle le vittime: una ragazza di 20 anni e due bimbe di 4 e 8 anni.
La polizia indaga a tutto campo per accertare le cause dell’incendio e al momento non si esclude nessuna pista: dall’incidente al gesto doloso, anche se nei pressi della carcassa del camper sono state rinvenute tracce di liquido infiammabile.
Si cerca anche qualcuno che possa aver visto qualcosa, magari dai palazzi vicini, e sono al vaglio degli inquirenti anche le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona.
La sindaca di Roma, Virginia Raggi, si è recata sul luogo del rogo, insieme al presidente del V Municipio, Gianni Boccuzzi, e al comandante della Polizia locale, Diego Porta. “Esprimiamo cordoglio perché quando ci sono delle vittime si rimane in silenzio. La Procura indagherà sulle cause. Vi daremo aggiornamenti quando ne avremo” ha dichiarato il sindaco della Capitale.
Ascolta il Radiogiornale di oggi!