Ancora disservizi postali: le bollette non vengono recapitate. Avs costretta ad una nuovo invio

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Ancora disservizi al sistema postale. Questa volta a farne le spese sono stati gli utenti del comune di Recoaro Terme, che non si sono visti recapitare da Poste Italiane le bollette di consumo datate 28 marzo, con scadenza del pagamento prevista per il 24 aprile.

Lo comunica Alto Vicentino Servizi spiegando che non si tratta di un problema non imputabile al gestore. “Scusandosi per il disguido, Alto Vicentino Servizi informa che provvederà a un nuovo invio delle bollette con un nuovo termine di pagamento, senza aggravi per l’utenza” avverte la ex municipalizzata in una nota.

Da parte sua, il sindaco Giovanni Ceola informa di non aver ricevuto in municipio, in questa occasione, segnalazioni del disservizio, ma di essere fra i 54 primi cittadini vicentini che già a fine aprile hanno sottoscritto – su iniziativa del sindaco di Montecchio Maggiore Milena Cecchetto – una lettera, nella quale si chiedevano spiegazioni sui forti ritardi di consegna della posta ai cittadini, missiva inviata al direttore provinciale di Poste Italiane. “La posta – scrivevano allora i 54 sindaci – viene consegnata, quando avviene, con forti ritardi che, in caso di avvisi di pagamento, impediscono il versamento del dovuto nei tempi fissati, con addebiti successivi di interessi e sanzioni. Per non dire del ricevimento delle riviste o dei periodici nelle settimane successive alla loro pubblicazione; solitamente all’abbonato dovrebbero giungere in anticipo rispetto all’edicolante”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!