Bottiglie di vetro bandite al parco e stop alla vendita di alcol di notte. Le regole del capoluogo

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Secondo il nuovo regolamento è vietato portare bottiglie di vetro nei parchi
 Il Comune di Vicenza, primo in Italia, fa proprie tutte le opportunità offerte dal decreto Minniti ai sindaci in materia di sicurezza urbana, inserendole in toto nel nuovo regolamento di polizia urbana e sulla civica convivenza. Il documento, per poter essere applicato, deve essere approvato dal consiglio comunale.

Tra le numerose novità inserite nel nuovo regolamento, oltre a quella sul “daspo urbano”, ovvero la possibilità per i Comuni di individuare le aree e i luoghi della città in cui far scattare l’obbligo di allontanamento, l’assessore alla Sicurezza Dario Rotondi evidenzia il divieto di detenere bottiglie di vetro in tutti i parchi ed aree verdi, pena il sequestro delle stesse, e il divieto per i negozi di vicinato di vendere bevande alcoliche e superalcoliche da asporto tra le 20 e le 7. Tale divieto non si applicherà ad attività tipo kebab o pizzerie d’asporto, purché la bevanda sia venduta insieme al cibo.

Questo regolamento – spiega il sindaco Achille Variati – va a sostituirne uno datato addirittura 1926. Da allora ad oggi la società è cambiata, così come si è modificato il senso civico dei nostri concittadini. Ecco perché abbiamo eliminato violazioni e termini che non esistono più e abbiamo introdotto sanzioni chiare quali deterrenti a nuove forme di inciviltà. Non solo passiamo da 251 a 37 articoli, ma proponiamo un documento che riteniamo capace di contrastare i comportamenti incivili per assicurare ai nostri cittadini la possibilità di godere delle proprie libertà. Sono certo che gli agenti di polizia locale, il cui compito primario è assicurare la convivenza urbana, sapranno applicarlo con saggezza, equilibrio e indispensabile buonsenso”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!