Controlli congiunti di polizia locale e carabinieri: tre provvedimenti di espulsione

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
carabinieri Montecchio Maggiore

Nel “triangolo del malaffare” a cielo aperto di Alte Ceccato si alza l’asticella riguardo il piano di sorveglianza del territorio richiesto prima di tutto dai residenti, e accolto dal Comune di Montecchio Maggiore e dalle forze dell’ordine. Con denunce, provvedimenti di espulsione e sanzioni per ubriachezza molesta e mancato rispetto delle norme anti Covid “all’ordine del giorno”.

Ieri, infatti, è andato in scena un maxi controllo a compagini congiunte – con una decina di uomini in divisa impiegati in tutto – tra il tardo pomeriggio e la prima serata che ha visto impegnate “sul campo” pattuglie di carabinieri provenienti dalla tenenza castellana e di polizia locale, con militari e agenti a collaborare nelle operazioni.

Teatro del blitz di controlli incrociati l’area compresa tra le vie cittadine Madonnetta, Nogara e viale Trieste. Polizia Locale dei Castelli e Carabinieri della Tenenza hanno avvicinato e identificato più di 20 soggetti, per la quasi totalità di nazionalità straniera, tutti sottoposti a verifiche inerenti la regolarità della loro presenza sul territorio italiano e la “pendenza” di precedenti giudiziari e di polizia. Per quattro di questi, tutti giovani centrafricani privi di permesso di soggiorno, sono stati sottoposti a fermo e fotosegnalati presso la compagnia Carabinieri di Valdagno. Per due di loro è stato avviato infine il procedimento di espulsione amministrativa dal territorio nazionale.

Un altro soggetto, un nigeriano di 23 anni domiciliato ad Alte Ceccato, ma di fatto senza fissa dimora e con diversi precedenti giudiziari e di polizia, è stato accompagnato, dopo le verifiche del caso in collaborazione con la squadra di Polizia Giudiziaria della Questura di Vicenza, presso il centro rimpatri di Gradisca d’Isonzo (Gorizia), per il successivo rimpatrio coattivo. A seguito del controllo, è stato inoltre deferito all’autorità giudiziaria un ivoriano di 27 anni per essersi rifiutato di fornire documenti e generalità.

Un momento del controllo avvenuto al calar della sera ad Alte Ceccato

A margine dell’operazione giunge il commento del sindaco di Montecchio Maggiore, subito informato dell’attività di prevenzione e repressione di reati in una zona della frazione Alto spesso citata in episodi di cronaca microcriminale. “Questi controlli – afferma il sindaco Gianfranco Trapula – dimostrano l’attenzione che le forze dell’ordine hanno su quell’area, ma anche nei confronti di altre zone della nostra città. Importante è la sinergia tra la nostra
Polizia Locale e le altre forze dell’ordine, che consente di produrre buoni risultati in termini di sicurezza e tutela della legalità”.