Guida il Ciao senza patente: “nel mio paese non serve”. I vigili lo multano con 5000 euro

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Un Ciao simile a quello fermato dai vigili di Arzignano

Girava a bordo del suo Ciao Piaggio tutto rosa senza patentino: per questo si è beccato una multa da cinquemila euro. E’ accaduto ieri pomeriggio ad Arzignano, protagonista un cittadino 41enne originario del Ghana.

Erano circa le 16 quando due agenti del comando di Arzignano del corpo intercomunale di polizia locale Vicenza Ovest, durante un servizio di pattugliamento del territorio, hanno fermato in centro l’uomo a borso del ciclomotore, che per il suo colore non poteva certo passare inosservato. Il conducente, A.M.Y., residente a Brendola, alla richiesta di esibizione della Patente A necessaria per guidarlo ha risposto candidamente che nel suo paese “non serve la patente per guidare le moto piccole come il Ciao!”.

Gli agenti gli hanno affibbiato una multa davvero salata, di ben cinquemila euro per guida senza patente e hanno effettuato il fermo amministrativo del ciclomotore per tre mesi. La sanzione – spiega il comando della polizia locale – è stata applicata poiché la guida senza patente è stata depenalizzata e in sua vece il legislatore ha applicato un sanzione elevata.

“Può sembrare una misura draconiana, ma condivido la solerzia dei nostri vigili – ha dichiarato il sindaco di Arzignano, Giorgio Gentilin – perché la patente serve anche per i mezzi più piccoli. Sono le nostre regole e bisogna rispettarle per la sicurezza di tutti i cittadini”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!