Caos politico, il Tesoro Usa: l’ Italia in agenda G7

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Gli Stati Uniti guardano da vicino e con grande attenzione la crisi politica italiana. L’incertezza e il rischio populismo sono balzati in cima all’agenda della riunione dei ministri delle Finanze e dei banchieri centrali del G7, in calendario da domani al 2 giugno a Whistler, in Canada. Ad annunciarlo è stato il dipartimento del Tesoro americano per il quale il nostro Paese “deve risolvere i problemi rimanendo nell’area euro”.

Un funzionario del Tesoro Usa ha rimarcato intanto come gli Usa stiano monitorando da vicino la situazione, escludendo un “impatto sistemico” per la volatilità dei mercati. Secondo gli Stati Uniti “sarebbe meglio se l’ Italia e gli altri Paesi europei risolvessero le cose all’interno dell’area euro senza grandi cambiamenti, e sicuramente l’Italia ha l’occasione per farlo”. Al summit dei ministri finanziari e dei governatori delle banche centrali non è ancora chiaro chi rappresenterà il nostro Paese agli incontri come ministro delle Finanze.

Intanto, mentre Wall Street soffre perdendo il 2,03%, anche a causa della crisi italiana, la Casa Bianca ha fatto sapere di essere molto vigile. La portavoce Sarah Sanders, a bordo dell’Air Force One, non ha invece risposto alla domanda se Donald Trump sostenga la permanenza dell’Italia nell’eurozona. “Continueremo a monitorare. Vogliamo concentrarci sulla stabilità a lungo termine dell’economia e continueremo a farlo” si è limitata a spiegare.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!